Sogno di una notte di mezza estate al Globe di Roma- Recensione

Puc, personaggio dello spettacolo Sogno di una notte di mezza estate

Roma- Continua la stagione estiva al Globe Theatre di Roma con lo spettacolo Sogno di una notte di mezza estate in scena fino al 25 agosto. Il testo scritto dal commediografo inglese William Shakespeare intorno al 1595 per un matrimonio è un intreccio di tre storie che, come le scatole cinesi,  si incastrano una dentro l’altra completandosi. La realtà è dominata dal sogno, l’onirico è un mondo popolato di fate, elfi ed ombre che si dilettano a giocare con i mortali i quali ignari di tutto si lasciano muovere come delle marionette. L’anello di congiunzione di questi due mondi è il matrimonio tra Ippolita, regina delle Amazzoni e Teseo, duca di Atene che costringe la giovane a sposarlo, esponendola come un trofeo di guerra. In vista delle nozze Egeo presenta al duca il caso di sua figlia Ermia che si rifiuta di sposare Demetrio, l’uomo scelto dal padre, perché innamorata di Lisandro.

Pur di non sottostare al volere paterno Ermia è disposta a morire ma prima di compiere il gesto scellerato scappa nel bosco di notte insieme al suo amato. I giovani inseguiti da Demetrio e da Elena, innamorata di quest’ultimo, si ritrovano in una radura in cui Oberon, re degli elfi, con l’aiuto del folletto Puc, si prenderanno gioco di loro. Proprio il re degli elfi è in guerra con sua moglie Titania per via di un paggio indiano tanto desiderato da Oberon. A causa del succo del fiore vermiglio di Cupido lasciato colare sugli occhi, Titania sarà soggiogata da una passione irrefrenabile per Nick Bottom, un uomo con la testa d’asino, capitato nel bosco per provare lo spettacolo teatrale, Piramo e Tisbe, in onore delle nozze del duca ateniese. Si compie quindi su Titania quella violenza che Teseo compie su Ippolita e che Egeo vorrebbe compiere su Ermia.

Scena tratta dallo spettacolo Sogno di una notte di mezza estate

Con l’arrivo di Bottom entra così in gioco la terza dimensione, il teatro dentro il teatro, un sinonimo della vita stessa paragonata ad una recita continua. Ed è così che il giorno del solstizio d’estate, momento dell’anno in cui si celebra il risveglio della natura e l’arrivo della bella stagione, diventa un incubo dominato da passioni, desideri, cupidigia e forze occulte che mettono alla prova tutti i personaggi. La grandezza di Shakespeare sta nel destreggiarsi tra il linguaggio sciolto e ricco di filastrocche delle fate e folletti, il linguaggio dominato dalle liriche amorose degli amanti ed il linguaggio di prosa interrotto continuamente dalle parodie goffe dei teatranti.

Nella commedia è presente un chiaro riferimento alla letteratura classica: Le metamorfosi di Ovidio e L’asino d’oro di Apuleio, due opere letterarie che Shakespeare studiò a scuola. Inoltre nello stesso periodo nel quale questa commedia fu composta, il commediografo stava scrivendo Romeo e Giulietta, ed è possibile rilevare nella trama, che ha per protagonisti Piramo e Tisbe, una rielaborazione in chiave comica della tragedia. La vicenda è accompagnata da una grande malinconia ed è chiaro che lo stesso amore, protagonista della storia, venga inteso come un sentimento voluttuoso, folle e fuggevole, proprio come gli attimi brevi di felicità. La commedia si conclude con una scelta di Riccardo Cavallo, regista della piéce, ad accennare ad una frase della Tempesta: « Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni ».

Giulia Orsi

Foto: ilvelino.it

Sogno di una notte di mezza estate – Globe Theatre Largo Acqua Felix, Villa Borghese

PREZZI

Platea (parterre): posti in piedi intero € 10,00/ Ridotto under 25 € 8,00/ Ridotto Globecard € 7,00

Balconate (palchi): intero da € 13,00 a € 23,00/ Ridotto Globecard da € 10 a € 19,00.

ORARIO

martedì – domenica 21:15

lunedì riposo

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews