Social Net Skills, il male dei giovani si cura con i social network

L’adolescenza, si sa, è una fase della vita complicata. L’adolescente è bombardato da una grande quantità di stimoli da parte del mondo esterno, inizia ad esplorare il mondo interno ponendosi delle domande a cui sente di dover rispondere urgentemente, si mette in competizione con gli adulti e vive mettendo in discussione ogni cosa, sentendosi spesso incompreso.

Oggigiorno diventa sempre più frequente la depressione mascherata e si sente spesso parlare di suicidi giovanili. L’allarme ha indotto  alla nascita di un nuovo social network di sostegno psicologico rivolto e gestito da adolescenti. Si tratta di “Social Net Skills”, un progetto che ha preso piede in Toscana ed è finanziato dal Ministero della Salute.

La particolarità del progetto è che si è scelto di aiutare i ragazzi in difficoltà con l’aiuto dei loro stessi coetanei, o magari un po’ più grandi, che hanno vissuto le stesse situazioni e che ne sono usciti da poco. Come? Attraverso internet e i social network a cui i ragazzini sono molto affezionati: Facebook, Google, Twitter, YouTube, Pinterest. Niente più sedute dallo psicologo, basterà un pc per parlare dei propri problemi e si potrà usare la chat online, un servizio e-mail o un numero amico via Skype .

Chi comunicherà con loro avrà poco meno di 20 anni, ma sarà supportato da psicologi, medici ed esperti di comunicazione. Degli interlocutori più piccoli e “meno esperti”, ma che sicuramente metteranno a proprio agio gli adolescenti che vivono complicatamente il rapporto con gli adulti.

L’assessore al diritto alla salute della Regione Toscana, Daniela Scaramuccia, infatti dichiara: «Abbiamo già sperimentato più volte l’educazione “peer to peer”, da pari a pari e abbiamo verificato che quando si tratta di adolescenti è la più efficace. Un ragazzo ascolta molto più volentieri un coetaneo, che magari ha fatto le sue stesse esperienze, piuttosto che un adulto.»

Nel progetto (da 400.000 euro) sono coinvolte la Asl 12 di Viareggio, che avrà 110.000 euro e la Società della Salute di Firenze, che riceverà 140.000 euro.  A seguire la Toscana, le altre regioni che partecipano al progetto sono Lombardia, Liguria, Puglia, Lazio, Umbria, Emilia-Romagna, Campania. Realizzeranno tutte analoghi percorsi formativi e successivamente ogni Regione aprirà e gestirà un proprio servizio online.

Social Net Skills prevede interventi di promozione del benessere nei contesti scolastici e del divertimento notturno: operazioni specifiche nelle scuole e nelle discoteche sui fattori di rischio modificabili, come tabagismo, alcol, droghe. Destinatari dell’azione preventiva saranno i giovani, i gestori dei locali, le scuole, gli insegnanti, gli operatori e gli amministratori.

I risultati dell’indagine EDIT (Epidemiologia dei determinanti dell’infortunistica stradale in Toscana)  fatta ai giovani toscani ci dice che il 23,6% dei guidatori abituali, nei 12 mesi precedenti l’indagine, ha guidato almeno una volta dopo aver bevuto troppo, mentre il 12,5% ha assunto sostanze psicotrope illegali prima di mettersi alla guida. Il 72,2% dei maschi e il 69,6% delle femmine ha consumato alcol nei 30 giorni precedenti l’intervista. Quasi la metà del campione totale (maschi 53,8%, femmine 48,7%) riferisce di aver avuto almeno un episodio di ubriacatura nell’ultimo anno. Questa percentuale cresce in modo preoccupante con il crescere dell’età, passando dal 23,6% dei 14enni al 67,4% di coloro che hanno 19 anni o più.

Con questi dati preoccupanti non ci resta che ben sperare che, con l’utilizzo di questo nuovo supporto online, possano diminuire le problematiche sempre più frequenti tra i giovani e che l’iniziativa riscuota successo tra gli adolescenti stessi.

Sonia Carrera

Foto / http://www.iovalgo.comhttp://www.iochatto.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews