Siria: la farsa dei colloqui di pace a Ginevra

Siria

La bandiera della Siria (foto: news1130.com)

Da qualche ora sono cominciati a Ginevra, su impulso delle Nazioni Unite, i colloqui che, in teoria, dovrebbero facilitare il processo di pace in Siria. Ma si può già affermare che tali colloqui rappresentano una vera e propria farsa e che molto difficilmente porteranno a qualche passo avanti nel difficile puzzle siriano.

E I CURDI? - I colloqui sono cominciati da poco è già qualcuno se ne è andato perché non è stato invitato. Questo è quanto successo ai curdi siriani. Eppure i curdi hanno avuto, e hanno tuttora, un ruolo fondamentale nel contrasto al terrorismo in Siria e non solo. La città di Kobane, la quale era caduta in mano dei tagliagole dell’Isis, è stata liberata circa un anno fa proprio dalle forze curde. Recentemente i combattenti curdi hanno liberato anche Sinjar, città situata nell’Iraq del nord non lontano dal confine con la Siria. Qualcuno potrebbe spiegare alla comunità internazionale per quale (assurdo) motivo i curdi non sono stati invitati ai colloqui di pace? Secondo le Nazioni Unite rischiare la vita ogni giorno per strappare terreno ai miliziani dell’Isis non è un requisito sufficiente?

OPPOSIZIONE MODERATA? - In compenso il capo negoziatore dell’Higher Negotiation Committee, cioè il comitato che riunisce a Ginevra gli oppositori del Presidente della Siria Bashar al-Assad, è Mohammed Alloush, cioè il leader di Jaysh al-Islam; un gruppo di ribelli talmente moderati che, come riportò il DailyMail, ha usato prigionieri civili e militari chiusi dentro una gabbia come scudi umani contro i bombardamenti dell’esercito governativo. L’Higher Negotiation Committee, inoltre, rappresenterà anche Ahrar al-Sham, un gruppo di salafiti che praticano la jihad e il cui obiettivo dichiarato è quello di rovesciare l’esecutivo di Damasco e sostituirlo con uno Stato Islamico. Di grazia, perché questi signori parteciperanno e saranno rappresentati nei colloqui di pace di Ginevra? Cosa avevano in testa alle Nazioni Unite quando hanno spedito gli inviti?

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: news1130.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Siria: la farsa dei colloqui di pace a Ginevra

  1. avatar
    Pierpaolo 30/01/2016 a 23:28

    Il problema attuale è solo quello di riuscire ad attribuire agli avversari la responsabilità del fallimento dei negoziati.
    I Curdi possono e devono essere rappresentati dal Governo Siriano.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews