Sindrome di eccitazione genitale persistente: autorizzata a masturbarsi al lavoro

BRASILE – Di tutte le battaglie vinte in tribunale, questa è indubbiamente la più strana: una donna brasiliana di 36 anni, Ana Catarina Silvares Bezerra, ha ottenuto l’autorizzazione dal Tribunale del Lavoro di Vila Velha, nello stato dell’Espírito Santo, ad un break lavorativo di quindici minuti ogni due ore, nel quale può guardare materiale pornografico utilizzando il computer aziendale e masturbarsi liberamente.

Ana Catarina Silvares Bezerra (sustodeamor.blogspot.com)

La donna soffre di quella che il Journal of Sexual Medicine ha definito “sindrome di eccitazione genitale permanente“: un disturbo le cui cause non sono state ancora individuate e la cui cura non è quindi ancora stata sperimentata, per frenare l’eccitazione sessuale costante di cui soffrono i pochi malati al mondo affetti da questa sindrome.

Uno studio pubblicato dalla stessa rivista scientifica nel 2007 aveva tuttavia dimostrato che se l’eccitazione genitale non veniva soddisfatta, il paziente finiva per essere soggetto a forti crisi depressive e a continui stati d’ansia. Ana Caterina riesce a limitare i danni e a contenere il suo stato d’ansia solo grazie ad un cocktail di tranquillanti: la sua necessità ossessiva di masturbazione adesso la assale “solo” una ventina di volte al giorno, contro le quaranta del passato. Praticamente una volta ogni 35 minuti circa, notte inclusa.

La 36enne, contabile, divorziata e madre di tre figli, era arrivata a masturbarsi fino ad un picco massimo di 47 volte in 24 ore: «A un certo punto ho cominciato a sospettare che qualcosa non andava e che tutto ciò non fosse normale – ha dichiarato la trentaseienne al giornale North Regiao – allora ho deciso di chiedere aiuto».

La soluzione della Corte sembra aver soddisfatto Ana Caterina, che riesce ad adempiere ai doveri lavorativi senza rinunciare forzatamente a quella che, da un semplice piacere che molti uomini e donne preferiscono tenere nascosto, è per lei diventata una necessità fisiologica.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews