Scoop Servizio Pubblico: le ladre rom di Mattino 5 pagate per mentire?

Anteprima bomba della puntata di domani di Servizio Pubblico: la giornalista di Canale 5 avrebbe pagato le due giovani ladre rom per mentire in tv

servizio-pubblico-ladre-rom

La presunta ladra rom intervistata da Servizio Pubblico ha riferito di essere stata pagata dalla giornalista di Canale 5 (frame video Servizio Pubblico)

Vi ricordate quel video, mandato in onda da Mattino 5, che fece parecchio scalpore? Certo che sì: il filmato, che riprendeva due giovani rom che ammettevano, in maniera spregiudicata e menefreghista, la loro passione per i furti, diventò presto virale, facendo il giro del web. In quella puntata, guarda caso, in studio c’era Matteo Salvini, pronto a sfruttare l’assist per segnare a porta vuota, con tanto di “ruspa”, nell’indignazione generale. Bene, e se vi dicessimo che la giornalista di Mattino 5 pagò la ragazzina per farle raccontare una storia inventata?

ROM PAGATE DALLA GIORNALISTA DI CANALE 5? – A dichiararlo è apparentemente la stessa giovane, intervistata dalla giornalista di Servizio Pubblico Giulia Cerino, nel corso di un’intervista che andrà in onda nella puntata di giovedì, ma la cui anteprima video è già disponibile sul sito di Servizio Pubblico.«Siamo uscite dalla scuola a San Paolo – ha dichiarato la ragazza –  ci ha visto la giornalista e ci ha dato 20 euro per dire queste cose: che noi rubiamo 1000 euro al giorno, che la vecchietta deve morire. Perché l’ho fatto? Ero fumata e lei mi ha dato 20 euro».

Il servizio di Mattino 5 suscitò grande indignazione e fornì un formidabile assist a Matteo Salvini per cavalcare uno dei punti forti della politica interna della Lega Nord, la lotta all’immigrazione clandestina e non solo, dato che la stragrande maggioranza delle popolazioni di etnia rom appartiene a Stati dell’Unione Europea. In trasmissione da Michele Santoro sarà difficile confermare l’identità della ragazza, essendo la stessa minorenne. Ma la gestualità ed il tono della voce sembrano essere una conferma di per sé abbastanza attendibile.

IL PRECEDENTE DI CANALE 5: iL FINTO INCONTRO “CASUALE” SUL CASO DI LORIS - Se lo scoop di Servizio Pubblico trovasse fondamento, sarebbe l’ennesimo smacco per l’informazione (o presunta tale) targata Mediaset. Solo pochi mesi fa un altro programma di punta di Canale 5, Pomeriggio 5 condotto da Barbara D’Urso, si rese protagonista di un altro mezzo scoop inventato. Nel periodo di indagini sull’assassinio del piccolo Loris Stival, l’inviata Alessandro Borgia finse infatti di aver intercettato per caso in piazza Orazio Fidone, l’uomo che per primo ritrovò il corpo della piccola vittima. In realtà, come svelò un fuorionda trasmesso da Striscia la Notizia, la giornalista aveva architettato meticolosamente il passaggio dell’uomo alle sue spalle, fingendo la casualità dell’incontro.

“LA GIORNALISTA DI MATTINO 5 MI HA PAGATO PER DIRE CHE GUADAGNO 1000 EURO AL GIORNO RUBANDO”Parla la ragazza rom…

Posted by Servizio Pubblico on Mercoledì 22 aprile 2015

SOS INFORMAZIONE - Domani sera a Servizio Pubblico si capirà di più: qualunque sia la verità dietro la vicenda, per l’informazione ed il giornalismo italiano si conferma un momento estremamente difficile. Dalle grosse alle piccole testate, il clickbait sembra avere la meglio su professionalità e la verifica delle fonti, il sensazionalismo vince sulla meticolosità. È decisamente più semplice ed immediato lanciare un messaggio attraverso facile populismo web/televisivo, piuttosto che approfondire e andare alla radice del problema. Chi ci perde, sempre e comunque, sarà l’informazione, e chi cerca di informarsi correttamente in un mare in tempesta di stimoli contrastanti. Veri, falsi o addirittura falsificati ad hoc. Scommettiamo che ci sarà qualcuno pronto a dire che anche Servizio Pubblico ha pagato a sua volta la giovane rom per cambiare la propria versione e screditare la concorrenza? Buonanotte, giornalismo.

Carlo Perigli
@c_perigli
Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Scoop Servizio Pubblico: le ladre rom di Mattino 5 pagate per mentire?

  1. avatar
    Osservatorio Antiplagio 23/04/2015 a 20:27

    Intervista ragazza rom: Osservatorio Antiplagio segnala Mattino 5 e Servizio Pubblico all’Ordine dei Giornalisti
    http://www.mondoraro.org/archives/134656

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews