VIDEO Scarantino arrestato dopo la puntata di Servizio Pubblico

Scarantino

Vincenzo Scarantino (livesicilia.it)

La puntata di ieri sera di Servizio Pubblico, il programma condotto da Michele Santoro su La7, è destinata ad entrare nella storia. Non solo per il contenuto del talk, ma soprattutto per quello che è successo dopo e che nessuno si sarebbe immaginato.

LA PUNTATA - Fra gli ospiti in studio, oltre a due esponenti del Movimento 5 Stelle, al direttore di Panorama Giorgio Mulè e al vicedirettore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio, c’era Vincenzo Scarantino, il cosiddetto falso pentito sulla strage di via d’Amelio in cui perse la vita nel luglio del 1992 Paolo Borsellino e cinque uomini della sua scorta. Scarantino, che durante la puntata ha avuto sempre il volto coperto da una maschera bianca e da un cappello, ha raccontato di essere stato costretto a mentire, arrivando a parlare anche di un soggetto che ha architettato il tutto. Il nome, però, non è uscito fuori.

PERQUISIZIONE - Alla fine della puntata Scarantino stava tornando in hotel con un’auto messa a disposizione dalla produzione del programma con tanto di autista. Ma è qui che succede qualcosa che nessuno aveva previsto. A cinecittà, precisamente all’angolo fra via Lamaro e Tuscolana, l’autista dell’auto si è trovata gli uomini delle forze delle ordine che lo hanno costretto a fermarsi. Le volanti erano ben due e le auto civetta tre. Gli agenti hanno perquisito Scarantino e lo hanno portato via.

L’EPILOGO - Gli uomini di Servizio Pubblico hanno passato la notte a tentare di mettersi in contatto con Scarantino e a provare a capire cosa stava accadendo. Sono riusciti a scoprire che lo hanno portato in Questura, dove gli sarebbe stato notificato un atto. Gli hanno poi preso le impronte digitali per poi portarlo in albergo. Ma Scarantino si trova, a quanto hanno appreso i giornalisti presenti, in stato d’arresto, di conseguenza lo hanno riportato in Questura. Sicuramente questa storia non è finita qui ed è in ogni caso destinata a far discutere.

Giacomo Cangi


foto: dirittodicritica.com; livesicilia.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews