VIDEO – Sanremo 2013: il meglio e il peggio di questa edizione

Marco Mengoni e Antonio Maggio: vincitori di Sanremo 2013

Marco Mengoni e Antonio Maggio: vincitori di Sanremo 2013

È fatta, il Festival di Sanremo 2013 è giunto al termine e ora possiamo fare un vero e proprio resoconto su questa edizione del festival. Senza dubbi, innanzitutto possiamo affermare che quello di quest’anno ha registrato una gran successo. Solo la serata finale, ad esempio, su Rai1 ha conquistato 13.635.000 spettatori (51.96%), nella prima parte iniziata alle 20.50, e 10.349.000 spettatori (66.59%) nella seconda parte iniziata alle 24.16, con media ponderata di 12.997.000 spettatori con il 53.8%. Tra numerosissimi share e milioni di spettatori, la nuova gestione voluta al Festival  di Sanremo 2013 dal direttore di Rai1, che ha puntato sulla coppia Littizzetto-Fazio, a questo punto, probabilmente verrà ripresentata per il prossimo anno.

Spettatori a parte, volgiamo l’attenzione su tutto ciò che è avvenuto sul palcoscenico del Teatro Ariston. Innanzitutto i vincitori: Marco Mengoni per la categoria Big e Antonio Maggio per quella dei Giovani; come non notare le diverse somiglianze fra i due? Qualcuno addirittura nota la somiglia estetica e del look della coppia “M & M“, entrambi usciti da X Factor e tutti e due passati sotto le grinfie di Morgan, vincendo il talent show. Ricordiamo, infatti, che il giovane talento Maggio viene dagli Aram Quartet che nel 2008 vinsero X Factor come gruppo. Mengoni, che ha vinto questo Sanremo con il brano L’essenziale, non ha mai abbandonato il primo posto nella classifica provvisoria e, dunque, la sua vittoria era “prevedibile”. La vera sorpresa è stata, invece, vedere Elio e le storie tese sul podio, al posto di un qualsiasi ex concorrente di talent. Il premio d’oro, tuttavia, è andato a Marco Mengoni, che ha dedicato la sua vittoria a Luigi Tenco. Sul podio anche i Modà, con il loro brano Se si potesse non morire, che è già diventato tormentone per i fan e non solo. Nel complesso, comunque, a Fabio Fazio va il merito per non aver “strafatto”, nonostante il Festival sia risultato a tratti particolarmente noioso, ma c’è da dire anche che con un evento del genere c’è un’ampia fetta di pubblico da accontentare e che le disapprovazioni sono più che prevedibili. Ciò che, infatti, gli è stato criticato è stato il voler quasi confondere il Sanremo come un’ampia versione di una puntata di Che tempo che fa.

Tuttavia, come ogni Festival che si rispetti, anche Sanremo 2013 ha avuto la sua bella ondata di polemiche: riviviamo insieme i momenti peggiori e i momenti migliori di quest’edizione, in ordine sparso. Tra i momenti no in pole position va la gaffe di Roberto Giacobbo sui meteoriti, con la sua affermazione: «Nessun meteorite colpirà la Terra», seguita dopo qualche ora dal disastro in Russia, in cui ci sono stati più di cinquecento feriti. Tra i momenti no in assoluto rientra anche la gaffe di Toto Cutugno, che dal suo discorso ha fatto trasparire un pizzico di razzismo con Angelo Ogbonna. Più che no, momento decisamente trash il duetto tra Albano Carrisi e Laura Chiatti, che il pubblico non ha per niente apprezzato. Così come non è stata molto gradita l’esibizione alla batteria di Bar Refaeli, che ha provato invano a non sembrare solo bella, ma anche una talentuosa musicista, ma con esito negativo. Deludenti anche Claudio Bisio e Neri Marcorè: decisamente sottotono e a tratti un po’ noiosi, i due comici non hanno dato il loro meglio sul palco dell’Ariston. Forse colpa dell’emozione, ma non sono riusciti a coinvolgere e divertire come ci si aspettava. Come dimenticare, poi, le contestazioni a Maurizio Crozza: il comico ha riproposto gag viste e riviste, ma sull’imitazione di Berlusconi è scoppiato il putiferio.

Roberto Giacobbo e la “previsione” sui meteoriti:

Nel “meglio” del festival indiscutibilmente si aggiudica il titolo di protagonista assoluta di questo Sanremo 2013 la simpaticissima Luciana Littizzetto, che non ci ha fatto rimpiangere le vallette poco portate ad intrattenere il pubblico. Con i suoi monologhi e le sue battute improvvisate, la Littizzetto ha raggiunto l’apice con un sentito discorso contro la violenza sulle donne. Eclatante il momento in Bianca Balti inciampa e Luciana Littizzetto esulta, facendo un’espressione tipica di tutte le donne invidiose (e forse anche un po’ stanche) delle super modelle, che hanno guardato il Festival.  Tanto apprezzato è stato il duetto Littizzetto – Bruni: l’ex première dame è andata a Sanremo per cantare ed ha sfoggiato, inaspettatamente, un lato ironico che non conoscevamo, regalando un simpatico duetto insieme alla Littizzetto. Uno dei momenti più emozionanti dell’intera kermesse, è stato quello in cui si sono esibiti gli Anthony and The Johnsons: una scelta di gusto che ha permesso a buona parte degli spettatori italiani di conoscere un performer straordinario. La lettera di Roberto Baggio ai giovani, poi, ha emozionato meno di quanto ci si aspettava: Baggio ha espresso un messaggio di sensibilità e saggezza con assoluta semplicità ed umiltà.

Luciana Littizzetto e Carla Bruni:

L’esibizione degli Anthony and the Jhonsons:

L’emozionante discorso di Roberto Baggio:

Nel complesso, si può dire che questo Sanremo 2013, seppur abbia deluso le aspettative di chi non tifava per la vittoria di Mengoni, ha coinvolto più degli altri anni e questo lo si può dedurre anche dai numerosissimi post sul web che continuano a parlare della kermesse.

Sonia Carrera

@soniasakura89

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews