Sandy: cancellata la maratona. The Boss e Sting per raccogliere aiuti

New York – «Siamo qui questa sera per dire a ogni singola persona che soffre che faremo tutto quello che possiamo per aiutare»: così la popstar Christina Aguilera ha dato il via alla serata di beneficienza organizzata da Nbc per raccogliere fondi per le vittime dell’uragano Sandy. Hanno partecipato numerose star, tra cui Bruce Springsteen e Jon Bon Jovi, originari del New Jersey, uno degli Stati più colpiti, Mary J. Blige di New York come la Aguilera, tre membri degli Aerosmith e Sting.

Intanto, la maratona di New York è stata cancellata a causa dell’uragano, dopo il crescere delle polemiche di chi afferma che distoglierebbe forze ed energia dalle operazioni di soccorso e di riparazione dei danni. Il sindaco Michael Bloomberg conferma che l’annullamento della tradizionale gara, in programma domenica, è stato deciso per la crescente opposizione.

«Anche se la maratona non avrebbe distolto risorse dagli sforzi di soccorso, è chiaro che è diventata fonte di controversia e divisione – afferma Bloomberg – La maratona ha sempre unito la città e ci ha ispirato con storie di coraggio e determinazione. Non vogliamo che siano gettate ombre sull’evento e sui suoi partecipanti e per questo abbiamo deciso di cancellarla». Bloomberg aveva in precedenza ricordato che anche il suo predecessore Rudolph Giuliani promosse la stessa manifestazione poche settimane dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001: «una decisione giusta, per unire la gente».

Secondo la stima dell’assessore al bilancio di New York, Thomas Di Napoli, elaborata sulle indicazioni preliminari basate sui precedenti disastri naturali che hanno colpito lo stato di New York, i danni dell’uragano Sandy potrebbero superare i 18 miliardi di dollari. Anche la Statua della Libertà è stata colpita dal passaggio devastante dell’uragano. Il monumento simbolo degli Stati Uniti aveva riaperto solo lo scorso fine settimana dopo il restyling costato 30 milioni di dollari, ma ora è stata chiusa «fino a nuovo avviso», si legge sul sito del National Park Service. Da una prima valutazione, pare che il monumento non abbia comunque subito gravi danni.

Natalia Radicchio

Foto via www.direttanews.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews