Salute e gusto: i benefici della farina integrale

farina-integrale

Mangiare integrale, è ormai assodato, riduce il rischio di ammalarsi, come confermano un gran numero di studi scientifici.

Il rapporto fra alimentazione, prevenzione e salute, è sempre più stretto, e una dieta adeguata è in grado di preservarci delle più comuni patologie cronico-degenerative, ma limita anche l’insorgere di malattie più specifiche come il diabete e il cancro.

In tema di prevenzione, gli alimenti d’origine vegetale sono una scelta fondamentale a partire da un uso costante di legumi, verdure, frutta e prodotti poco raffinati come la crusca, la farina integrale, con cui preparare ottimi dolci, pane e pasta.

Farina integrale, perché consumarla fa bene alla salute

L’uso abituale delle farine integrali è un autentico toccasana per la salute. Questi composti poco raffinati sono ricchi di vitamine del gruppo A e B, contengono in abbondanza magnesio, selenio, calcio e ferro, ma sono anche una fonte di acidi grassi essenziali omega-3.

Scelte per preparare deliziosi manicaretti, le farine integrali riducono il rischio diabete, contrastano obesità e sovrappeso. Svolgono inoltre un’importante azione benefica sul sistema immunitario, riducono il rischio cardiovascolare e l’insorgere dell’arteriosclerosi, hanno una funzione lassativa e regolarizzano le funzioni intestinali, grazie all’elevata presenza di fibre.

Le farine integrali, bontà in cucina

La farina integrale entra di diritto in cucina, quale supporto alla classica farina bianca. Il composto meno raffinato è perfetto per preparare ottimi antipasti, primi e dolci sfiziosi, senza rinunciare in alcun modo al gusto.

Chi sceglie di sostituire i classici tagliolini con quelli realizzati con farina integrale, e decide di abbinarli a un ottimo ragù, potrà godere di un’autentica prelibatezza, gustando un piatto estremamente leggero, facile da digerire.

Se la scelta ricade sulla preparazione dei dolci, chi ha una passione sfrenata per la torta di mele, non potrà non apprezzare la crostata integrale, realizzata con un abbondante strato di composta di mele.

La farina integrale è l’ingrediente perfetto per preparare fantastiche crepes con fagiolini e carote, una torta con mousse di yogurt, una gustosa pizza, deliziosi vol-au-vent, sfogliatelle e tartine e tutta una serie di primi con pasta casareccia.

Come usare la farina integrale

La farina integrale può essere utilizzata seguendo alcune semplici regole. Il primo consiglio è rispettare le proporzioni, che prevedono l’utilizzo di 73 grammi di farina integrale ogni 100 di farina bianca, considerando che la prima è più densa.

In tema di liquidi l’uso della farina integrale rende necessario aumentarne la quantità. In pratica per ogni 120 g di farina integrale è previsto un aumento di 8 ml di liquido.

Per preparare il pane è bene non superare la presenza del 50% di farina integrale. Un impasto sproporzionato non garantisce un risultato soffice, perché non permette alla lievitazione di fare il regolare corso.

Per ottimi dolci si può sostituire una parte del liquido utilizzato, con del succo d’arancia, avendo cura di non andare oltre i 30 ml.

Foto via buonissimo.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

I coupon di Wakeupnews