Sallusti lascia la direzione del Giornale

Allesandro Sallusti si dimette dalla direzione del Giornale

Lo aveva annunciato e lo ha veramente fatto. Alessandro Sallusti ha lasciato la direzione del Giornale, dopo la conferma da parte della Cassazione della sua condanna a 14 mesi per diffamazione aggravata, pena che è stata subito sospesa, in quanto non risulta avere cumuli di pena né recidive.

È in programma oggi presso il Tribunale di Milano, un’udienza preliminare di un altro processo a suo carico, sempre per diffamazione, ai danni del procuratore militare di Padova, Maurizio Block.

« Mi rifiuto di essere rieducato da qualcuno, credo che l’affidamento deve avvenire per qualcuno che spaccia droga magari anche per qualche politico che ruba»’, ha dichiarato il direttore del Giornale, spiegando di non avere intenzione di chiedere l’affidamento ai servizi sociali.

«Mi rifiuto di chiedere la grazia al presidente Napolitano, perchè credo che in quanto capo della magistratura italiana in questi 7 anni non abbia difeso a sufficienza i cittadini dall’invadenza di una giustizia politicizzata». È invece quanto ha detto Sallusti a Pomeriggio 5, che è intervenuto all’interno della trasmissione pomeridiana condotta da Barbara d’Urso su Canale 5, Pomeriggio 5.

La Giunta della Federazione Nazionale della Stampa Italiana chiede che siano lasciati degli spazi bianchi in prima pagina, come “segni tangibili di protesta” nei confronti della condanna di Sallusti e per rivolgere l’attenzione mediatica su delle norme che necessitano di essere cancellate al più presto.

Il segretario Fnsi Franco Siddi definisce “sconvolgenti” le decisioni prese su Alessandro Sallusti: «È una norma illiberale nell’ordinamento di paese dalla costituzione democratica – aggiunge Siddi all’ANSA – che sconfigge e mortifica la libertà di espressione, e priva un uomo della libertà personale. I giornalisti sapranno dare una risposta unitaria e straordinaria, oggi dobbiamo sentirci tutti condannati come Sallusti».

Con una nota dell’ufficio stampa della Suprema Corte, la Cassazione ritiene però necessario spiegare alcuni aspetti del “caso Sallusti” che non sono stati riportati in maniera trasparente dalla stampa, nei giorni scorsi; in questa nota viene infatti messo in evidenza come la notizia contenuta nell’articolo anonimo attribuito a Sallusti, fosse falsa.

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews