Romney lancia la sua sfida a Obama: «Ci ha deluso»

Mitt Romney (theresolve.org)

Mitt Romney sarà il candidato repubblicano alla corsa alla Casa Bianca. L’investitura ufficiale e definitiva si è realizzata nella notte, durante la convention svoltasi a Tampa, in Florida, dove il prossimo sfidante di Barack Obama ha garantito ai presenti di essere pronto a impegnarsi concretamente in favore di un futuro migliore per le famiglie americane.

«Il presidente Obama ha promesso di rallentare il flusso degli oceani e guarire il pianeta dai suoi mali. La mia promessa è invece quella di aiutare voi e la vostra famiglia. Voglio creare un futuro migliore» ha dichiarato Romney nel corso del suo discorso di accettazione dell’incarico. La promessa agli elettori è tanto semplice quanto chiara: il suo impegno sarà primariamente rivolto al benessere del proprio Paese. L’accusa, neanche troppo velata, al presidente in carica è quella di essersi invece lasciato eccessivamente distrarre da vacui e troppo idealistici impegni su larga scala.

Romney parla senza mezzi termini di un’America sedotta e abbandonata da Barack Obama e punta a raccogliere i voti di delusi e insoddisfatti: «Non abbiate remore ad abbandonare Obama, anche se quattro anni fa siete stati orgogliosi di votare per il primo presidente nero della nostra storia: sapete bene che ha sbagliato. Da americano speravo avesse successo, ma ci ha deluso. Mettiamoci alle spalle tutte queste delusioni, finiamola con le divisioni e le recriminazioni. Ora è il momento di alzarsi e dire: sono un cittadino di questa grande nazione, sono capace di plasmare il mio destino e merito qualcosa di meglio, per me e per i miei figli. Ora è il momento di riprenderci la promessa dell’America».

Come da copione, sono parole forti quelle che chiudono l’evento del Grand Old Party. Del resto, il voto presidenziale che potrebbe cambiare il volto degli Stati Uniti d’America è alle porte. E Romney è  convinto di avere pronta la ricetta per risollevare le sorti del suo Paese, appannato in conseguenza della crisi economica mondiale: «Non servono speciali commissioni governative per dire ciò di cui abbiamo bisogno: sono posti di lavoro, molti posti».

Mara Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews