Ritrovati i resti di Lea Garofalo, assassinata dalla ‘Ndrangheta

lea garofalo 'ndrangheta

Una delle ultime immagini di Lea Garofalo, la sera della sua sparizione

Milano – Forse sono di Lea Garofalo i resti ritrovati in un campo della Brianza. La donna, compagna del pregiudicato calabrese Carlo Cosco, era stata uccisa tre anni fa dalla ‘Ndrangheta per aver collaborato con la giustizia e fornito informazioni contro numerosi uomini del clan. Di lei si erano perse le tracce e si pensava che il corpo fosse stato sciolto nell’acido; ora la svolta, raccontata per primo dalla pagina web del quotidiano torinese La Stampa, che attende una conferma dall’esame del DNA dei resti.

Lea Garofalo, a 18 anni diventata madre di Denise, che oggi di anni ne ha 21 e vive sotto copertura, era stata uccisa la notte tra il 24 e il 25 novembre 2009 dal compagno e padre di Denise Carlo Cosco. La sua colpa era stata la collaborazione con la giustizia, che aveva posto a disposizione dei magistrati importanti informazioni sui movimenti delle cosche nel nord del paese. Aveva iniziato nel 2002, per amore della figlia e per la disperazione, stremata dall’attività malavitosa del compagno. Passata a una vita sotto copertura, era stata rintracciata nel 2009 da Cosco che, dopo un fallito l’attentato, l’aveva attirata a Milano per parlare di Denise. Dopo quella notte non si seppe più nulla di lei.

Le indagini sulla sua scomparsa ricostruirono gli eventi. Cosco l’aveva torturata per farsi dire cosa avesse riferito la donna agli inquirenti, quindi l’aveva uccisa con un colpo di pistola. Il cadavere era stato sciolto nell’acido, secondo una versione, quindi di lei non sarebbe rimasta alcuna traccia. Il processo portò alla condanna di sei persone, sei condanne all’ergastolo: uno di questi era Carlo Cosco, spietato killer che aveva anche fatto sorvegliare la sua stessa figlia.
In queste ore la svolta. La notizia non è ancora stata ufficializzata ma, se fosse confermata, Denise, che da anni vive sotto copertura, potrebbe finalmente avere l’occasione di seppellire sue madre.

Andrea Bosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews