Regno Unito: feti nei termovalorizzatori per riscaldare gli ospedali

Feti abortiti gettati nei termovalorizzatori

Feti abortiti gettati nei termovalorizzatori

Sono accese ed infuocate le polemiche che stanno interessando, in questi giorni, il Regno Unito, protagonista di un increscioso e disumano episodio di scorrettezza ospedaliera.

FETI GETTATI NEI TERMOVALORIZZATORI - Il quotidiano inglese The Daily Telegraph ha pubblicato l’inchiesta svolta dal programma tv Dispatches,  riguardante diverse aziende ospedaliere, accusate di aver utilizzato alcuni feti abortiti come materiale da incenerire per produrre energia e per riscaldare le strutture. La denuncia, su cui si sta indagando, oltre a scuotere efficacemente l’opinione pubblica, ha portato alla confessione ben dieci strutture, che hanno ammesso di aver utilizzato questa abominevole pratica e di aver inserito i piccoli feti tra i rifiuti comuni.
Il Dipartimento della Salute del Regno Unito è intervenuto immediatamente per dare un segnale forte di solidarietà alle persone che hanno perduto il loro bambino o hanno scelto, per differenti motivazioni, di ricorrere all’aborto; il ministro Dan Poulter ha parlato di una pratica «totalmente inaccettabile» ed è stato istituito, nero su bianco per evitare la recidività, il divieto assoluto ed insindacabile per questa attività.

OLTRE 15.000 FETI UTILIZZATI - Secondo le indagini svolte sarebbero 15.000 i feti finiti negli inceneritori di oltre ventisette aziende ospedaliere in soli due anni di lavoro; tra gli istituti al centro dello scandalo risulta anche l’Addenbrooke di Cambridge, uno degli ospedali più illustri della Gran Bretagna, e colpevole di aver gettato nel termovalorizzatore circa 800 feti. Anche l’ospedale di Ipswich è accusato di aver seguito questo protocollo, il quale si è servito dell’aiuto di una ditta esterna, che si occupava di prelevare i resti fetali e portarli poi in un altro centro ospedaliero per incenerirli nel termovalorizzatore.
Sdegno e sconforto sono stati i sentimenti che il popolo inglese ha provato di fronte a questa notizia inaspettata; molte donne, vittime inconsapevoli, hanno dichiarato che veniva detto loro che i piccoli feti abortiti sarebbero stati cremati, ma, ovviamente, nulla lasciava presagire questo infausto epilogo.

Alessia Telesca

foto: repubblica.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews