Ragazzi gay tra i boy scout? Dopo anni di dibattito, in Texas parte la consultazione

boy scoutRoma – I boy scout d’America si sono dati appuntamento a Grapevine, in Texas, per avviare una consultazione volta a decidere l’ammissione dei ragazzi gay nel movimento. Una due giorni che risulta particolarmente intensa, poiché dopo anni di dibattito, l’organizzazione dei boy scout si preparerebbe così a una vera e propria svolta.

L’importante decisione sarà presa in giornata dai numerosi delegati, a chiusura degli incontri. Dal risultato della votazione potrebbe uscire una novità rispetto al passato. La proposta oggetto di approfondimento e discussione in queste ore, non prevede però la rimozione del divieto che vieta agli adulti omosessuali di assumere il ruolo di capi dei gruppi dopo essersi dichiarati.

La consultazione intanto è stata accolta positivamente da coloro che da tempo sostengono i diritti degli omossessuali, e attendono un risultato positivo. Altri ancora non hanno perso occasione di sottolineare il proprio dissenso, sostenendo che l’ingresso di ragazzi gay tra i boy scout potrebbe andare a modificare in profondità le tradizioni dell’organizzazione. Questi, in caso di esito positivo, si dicono pronti a dire addio al movimento. In questi giorni sono state spedite anche centinaia di messaggi di posta elettronica, proprio per dissuadere i votanti a esprimersi in maniera positiva. Come prevedibile, nella discussione si è inserita anche la Chiesa, e alcuni gruppi religiosi. Ogni decisione, in un senso o nell’altro, avrà comunque delle ripercussioni anche a carattere finanziario: i boy scout potrebbero infatti dire addio ad alcune sovvenzioni.

E mentre all’esterno proseguono gli interrogativi tra gruppi con vedute diametralmente opposte e mai convergenti, l’incontro è stato chiuso al pubblico. Sul luogo è presente anche la sicurezza che vigila sui presenti, ed evita il tentativo dei media di far trapelare qualche indiscrezione. Fuori dai locali si stanno svolgendo anche piccole manifestazioni e proteste. Tra qualche ora il movimento dei boy scout d’America potrebbe aver riscritto la propria storia.

Angela Piras

Foto: salon.com;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews