Quella Casa nel Bosco, una lezione sul cinema Horror

La televisione, da più di un decennio, ormai si è rivelata essere un incredibile fucina di sceneggiatori di talento, alcuni passati poi con buoni risultati al cinema, riuscendo ad apportare idee e contenuti nuovi a un sistema asfittico.

Uno dei più celebri sceneggiatori televisivi è senza dubbio Joss Whedon, ora sulla cresta dell’onda per il grande successo ottenuto da The Avengers, l’adattamento cinematografico del fumetto Marvel. Whedon è riuscito a conquistarsi un grande seguito grazie al suo personalissimo stile che miscela sapientemente ironia, meta-cinema e personaggi dalle caratterizzazioni accattivanti.

L’opera che ha catapultato il nome di Whedon nel cuore dei fan è senza dubbio la serie televisiva Buffy, l’ammazzavampiri, un riuscitissimo connubio fra horror e commedia, infarcito di citazioni pop e contaminazioni tra i vari generiQuella Casa nel Bosco è una pellicola in cui si possono ravvisare tutte le caratteristiche proprie dello stile di Whedon.

Un gruppo di cinque ragazzi decide di andare a passare il fine settimana in una casa sperduta in un bosco, lontani e isolati da tutto e da tutti. Il gruppetto si mette in viaggio ma fin dalle prime battute è controllato da una non meglio identificata sala controllo da cui vengono spiati da misteriosi individui che hanno tutta l’aria di essere impiegati di sorta. I ragazzi iniziano a notare alcune stranezze nel cottage ma sembrano non farvi caso. La vacanza sembrerebbe essere tranquilla ma un giretto nella cantina della casa farà precipitare le cose in modo del tutto imprevisto.

La trama a prima vista sembrerebbe l’ennesimo riutilizzo di cliché propri dell’horror ma Whedon riesce a non farsi intrappolare dalle regole del genere, anzi riesce a metterle a nudo e a giocarci in un modo che, per certi versi, ricorda l’ironia metacinematografica di Wes Craven in Scream.

Quello che sembrava essere l’ultimo di una lunga serie di horror popcorn in realtà è una raffinata e divertita disamina sui meccanismi alla base di un genere e un ragionamento su quelli che sono i motivi che ci spingono a guardare questo tipo di pellicole. Joss Whedon, con Quella casa nel bosco, dimostra di conoscere a menadito il genere horror e realizza una sceneggiatura che alterna momenti d’ironia a momenti di vero terrore. Sceneggiatura che, già robusta di per se, è supportata da una buona regia, opera dell’esordiente Drew Goddard, già sceneggiatore di Buffy, e da un ottimo cast di attori che oltre a volti noti ai fan di Whedon include anche Chris Hemsworth, che lo sceneggiatore ritroverà sul set di The Avengers nei panni di Thor.

Un film consigliato agli amanti dell’horror ma anche a tutti quegli spettatori che a un film chiedono intrattenimento ma anche spunti di riflessione.

Davide Schiano Di Coscia

[youtube]http://youtu.be/iFiUYBKYyE4[/youtube]

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews