Queen James Bible, la bibbia gay per omosessuali e non

La Bibbia condanna o no l’omosessualità? Questa domanda rimane ancora senza una risposta chiara perché il testo sacro di Ebrei e Cristiani è oggetto a varie interpretazioni. I più conservatori, contrari alle unioni tra gay e tema caldissimo dopo la sentenza sul Doma, sono però convinti di aver trovato un riscontro alle loro obiezioni in alcuni versi della Bibbia. Nello specifico parliamo del Levitico 18.22, dove vi si legge: «Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole».

Per smontare le tesi della Chiesa contro l’omosessualità, alcuni cristiani (mantenendo il loro anonimato) hanno riscritto dei versi della Bibbia a dimostrazione che le Sacre scritture non condannano affatto i gay. È bastato ricontestualizzare il testo, aggiungendo dettagli storici, per avere una vera e propria Bibbia gay friendly.

Il titolo del testo è The Queen James Bible. Sul proprio sito i redattori della Bibba gay scrivono che l’omosessualità è stata menzionata la prima volta nel 1946 nella versione standard rivisitata. Non ci sarebbero riferimenti all’omosessualità nei testi precedenti a quella. I soli versi che comunemente sono considerati indicare l’omosessualità come un peccato sarebbero otto. «Eight verses in a book of thousands!» (Otto versi in un libro che ne ha migliaia), scrivono.

Uno dei passi incriminati, che considera l’omosessualità come un “abominio”, è stato tradotto così: «Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna nel tempio di Moloch: è cosa abominevole». I redattori della Bibbia gay hanno spiegato che il cambiamento si attiene al contesto storico e che questa parte del Levitico, in realtà, si riferisce al divieto di forme di idolatria pagana, come cercare compagnia di prostituti maschi in alcuni templi. Nessun condanna diretta ad atti sessuali tra persone dello stesso sesso.

L’accusa principale mossa contro i redattori anonimi dell’opera è di aver forzato il testo e il contesto per dare un’interpretazione a loro favorevole, non considerando la traduzione letterale dalla lingua ebraica. «Hanno alterato il Levitico 18.22 per soddisfare le loro preferenze sessuali», hanno detto un gruppo di cattolici conservatori, oppositori alla recente apertura americana al matrimonio gay.

La risposta all’attacco non è tardata ad arrivare: «Sfidiamo ogni non-cristiano a leggere la Bibbia, tutta, e a dirci, una volta finita, se c’è scritto di odiare i gay».

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews