Pussy Riot, interviene Medvedev : ‘No al carcere’

Pussy Riot  processo

Le Pussy Riot a processo

Il caso Pussy Riot si arricchisce di una nuova voce, quella autorevole di Dmitri Medvedev, che quest’oggi ha deciso di schierarsi  in favore del rilascio delle due ragazze ancora detenute in carcere. Pur non ritrattando la propria personale antipatia nei confronti del gruppo, il premier russo si è detto convinto della necessità di spegnere il clamore mediatico intorno alla vicenda scoppiata a seguito dalla perfomance anti-Putin nella principale cattedrale di Mosca. Unica strada percorribile sarebbe quella della liberazione.

«Se fossi un giudice non le terrei in carcere» ha dunque dichiarato all’agenzia Ria Novosti. Nadezhda Tolokonnikova e Maria Aliokhina avrebbero, a suo avviso, già scontato un periodo di detenzione ampiamente commisurato al reato commesso. Spetterà tuttavia alla giustizia fare il suo corso: «Sono già state in galera, e può bastare. Quella che è stata rilasciata, è stata fortunata. In ogni caso, la competenza è del tribunale, della difesa e della pubblica accusa».

Nessun cambio di rotta, invece, per quel che riguarda il proprio giudizio sulla band, in passato già accusata dallo stesso Medvedev di aver ottenuto una buona dose di pubblicità gratuita, senza neppure aver fatto della vera musica: «Ho detto molto tempo fa che odio queste figure, sia per quello che sono esternamente che internamente, sono molto negative e provocano emozioni così negative che, anche a parlarne di loro, ripugna. Ma in prigione, io non le avrei messe, come giudice».

Il nodo della questione sarebbe dunque proprio l’eccessiva attenzione mediatica – una vera bufera – scatenatasi in tutto il mondo dopo la condanna. Di qui, l’auspicio di un esito finalmente positivo della vicenda: «Hanno il diritto di fare appello, penso che lo faranno, e il giudice ha il diritto di esaminare la questione nel merito».

Mara Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews