Psicodermatologia: la salute della pelle è nell’equilibrio della mente

"Mens sana in corpore sano", la nuova scienza medica che unisce la salute del derma alla stabilità della psiche

Psicodermatologia

La salute della pelle è strettamente connessa all’equilibrio della mente (www.elmensajerodiario.com.ar)

La scienza riconosce e sostiene l’esistenza di una corrispondenza biunivoca che lega corpo e psiche, considerate due entità costantemente connesse tra loro, che mutano e si sviluppano in perfetta sincronia, mosse da una relazione indissolubile di causa-effetto. La consistente manifestazione di patologie e disturbi fisici prodotti da squilibri emotivi e relazionali, è prova lampante di tale solida interdipendenza. Ed è in simile contesto che si inseriscono le numerose affezioni della pelle, uno degli organi maggiormente leso dalle alterazioni della mente. Ad occuparsi di queste problematiche è proprio la psicodermatologia.

ALLE ORIGINI DELLA PSICODERMATOLOGIA   ̶  La psicodermatologia è una disciplina tradizionalmente radicata nella medicina psicosomatica, avvalorata e rafforzata, inoltre, dalle teorie della neuroscienza e della psicoanalisi. Negli anni ’70, quando questa nuova branca scientifica mosse i primi passi, si iniziò ad analizzare le affezioni del derma nell’ottica del fenomeno di somatizzazione, secondo cui il disagio psicologico viene tradotto in sofferenza fisica. Le intuizioni psicoanalitiche finiscono, dunque, per mutare il consueto concetto di “difesa”; l’alterazione dello stato di salute della pelle diviene, in tal senso, un tentativo di protezione inconscia, messa in atto per fronteggiare una situazione di difficoltà emotiva. Motore dell’invecchiamento precoce della pelle, della sua perdita di elasticità e compattezza e della comparsa di eventuali reazioni infiammatorie potrebbe essere, dunque, una particolare condizione di ansia, tensione o stress che non è riuscita a trovare sfogo nell’ordinaria comunicazione verbale.

L’INCONTRO TRA CORPO E PSICHE   ̶   Complice dell’insorgenza di malattie della pelle, come: eczema, dermatiti, acne, psoriasi o vitiligine, è lo squilibrio psicologico; a confermarlo è mediamente il 30-60% delle visite dermatologiche. Una stima – questa – che non chiarisce certo le cause del fenomeno, ma che tuttavia, sollecita l’individuazione di una responsabile: la mente. Ecco spiegata, dunque, l’attenzione della psicodermatologia alla relazione medico-paziente, la quale rende la comprensione delle emozioni e dei sentimenti un utile strumento di diagnosi. Dagli studi condotti nei laboratori delle neuroscienze si evince come la valutazione dei sintomi e l’andamento della guarigione siano direttamente proporzionali alla capacità del medico di rendersi parte integrante della cura, ascoltando, consigliando e supportando moralmente il paziente. È dalla psicoanalisi, infatti, che la psicodermatologia assimila i concetti di Transfert e Controtrasfert, meccanismi regolarmente utilizzati dagli psicanalisti con fini puramente terapeutici.

Psicodermatologia

Per il 30-60% delle visite dermatologiche è lo stress la causa del disturbo della pelle (www.beautyvictim.com)

TRATTAMENTI DI CURA   ̶   La meditazione, lo yoga, l’ipnosi, la psicoterapia: molteplici sono le procedure officinali previste dalla psicodermatologia, aventi tutte come comune denominatore l’approccio psicologico. Queste non solo tentano di attenuare l’instabilità psichica, la nevrosi e l’inquietudine che è all’origine della patologia, ma suggeriscono altresì un percorso di ricostruzione e riabilitazione emotiva. Non bisogna sottovalutare, infatti, le ripercussioni negative che le malattie dermatologiche producono sulla qualità della vita del paziente, scalfendo l’autostima ed incrinando i rapporti lavorativi ed interpersonali. La visibilità esterna del trauma, le sue fastidiose conseguenze cliniche finiscono per avere un forte impatto emotivo, a cui potrebbe essere imputata una mancata guarigione o, addirittura, una riacutizzazione del disturbo. Per trovare una via di fuga da tale circolo vizioso, sarebbe opportuno, quindi, affiancare ad un adeguato trattamento farmacologico un’intensa terapia psicanalitica che riesca a scavare a fondo, a raggiungere la radice del problema e ad estirparla definitivamente.

Antonietta Mente

@AntoMente

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews