Profezia Maya: guida ai migliori rifugi per sopravvivere

Fine del mondo, Maya, rifugi

La capsula Noah

Roma – Il tempo stringe ancora di più: mancano meno di 48 ore e la profezia Maya dovrebbe avverarsi. Come si preparerà l’umanità ad uno degli eventi più attesi, per quanto riguarda potenziali rifugi, garantendosi la sopravvivenza?

Girando sul web, è possibile incontrare diversi siti che propongono molteplici opzioni a riguardo, venendo incontro alle esigenze di tutti. In fin dei conti non si ha la certezza di quale possa essere la catastrofe naturale che colpirà il mondo, quindi bisogna saper scegliere bene, valutando tutti gli aspetti della questione.

In caso di diluvio universale o tsunami, viene proposta la cosiddetta capsula Noah: una sfera di fibra di vetro rinforzato che pesa circa 70 chilogrammi, progettata per avere un condotto d’aria sempre a pelo dell’acqua. In alternativa c’è l’arca Atlantis dell’imprenditore cinese Zang Zongfu: garantisce più resistenza rispetto alla capsula Noah ad un prezzo, naturalmente, più elevato. Costa circa 500mila sterline e 21 esemplari sono stati già ordinati.

Se, invece, si vuole optare per la soluzione che combini sopravvivenza e visione dello spettacolo in compagnia, allora bisogna trasferirsi in Florida. Qui è stato completato un bunker sotterraneo, il Fort Terra Nova, che è in grado di ospitare fino a 115 persone. Attualmente è abitato dai suoi inventori, Billy Carson e Jari Philson, un dentista, un meccanico, alcuni specialisti informatici ed ingegneri elettronici, strateghi ed esperti in armi e munizioni. I posti ancora sono disponibili e c’è la possibilità anche di usufruire di alcuni sconti sulla quota d’ingresso, soddisfacendo alcuni requisiti essenziali: essere un medico, uno psicoterapeuta specializzato in problemi familiari o un esperto di colture idroponiche. Si viene incontro anche ai clienti più pretenziosi. La Herdened Structure, infatti, offre l’opportunità di costruire rifugi con funzionalità, dimensioni e arredamento secondo le richieste del cliente stesso.

Qualcuno soffre di claustrofobia? Nessun problema. C’è la possibilità di affittare una camera nell’albergo di una piccola città turca, Sirince, nota per avere un’energia positiva e, quindi, una garanzia nel caso di fine del mondo.

Le opzioni sono tante, quindi cosa aspettare? È vero che, ormai, manca poco, ma per la sopravvivenza si fa questo ed altro ancora. Come dicono Billy Carson e Jari Philson: «Non essere spaventato… sii preparato!».

Giorgio Vischetti

@GVischetti

foto|| lussuossissimo.com; fanpage.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews