Professore licenziato perché gay? Scoppia il caso negli Usa

gay

Pochi giorni dopo le polemiche fra Dolce e Gabbana ed Elton John arriva dagli Stati Uniti un’altra notizia che potrebbe far arrabbiare e non poco la comunità LGBT. Un insegnante di nome Brett Bingham che vinse il premio d’insegnate dell’anno sostiene di essere stato messo in congedo amministrativo retribuito perché ha usato il suo titolo per parlare pubblicamente del suo essere gay.

Ha raccontato che è stato il suo avvocato a dargli la brutta notizia. Secondo una denuncia, i problemi cominciarono poco dopo che venne nominato docente nell’anno nel mese di ottobre del 2013. Bingham sostiene che si è verificato un incidente dopo che gli era stato chiesto del suo orientamento sessuale durante un discorso. L’insegnante ha detto che il capo del suo dipartimento ha lasciato immediatamente l’evento, senza dirgli niente. Sostiene inoltre che poi il capo dipartimento, una donna , gli avrebbe detto che non poteva parlare dell’essere gay o qualcuno gli avrebbe sparato in testa («someone is going to shoot you in the head»). L’insegnante ha detto che ha poi presentato un reclamo al sindacato per il presunto trattamento diverso dovuto al suo orientamento sessuale.

Da quel momento, sostiene Bingham, la rappresaglia è stata rapida. Per comparire agli eventi dell’insegnante dell’anno doveva ricevere l’approvazione distettuale e gli è stato impedito di partecipare a due eventi dell’alleanza degli studenti gay e di lavorare ad un centro della comunità LGBTQ locale. Inoltre, gli sarebbe stato chiesto di fare lavori più umili che non gli erano mai stati chiesti prima che parlare del suo orientamento sessuale.

In seguito ad un invito a Washington D.C. della National Education Association’s Foundation che lo avrebbe anche voluto premiare il sovraintendente del distretto Barbara Jorgensen avrebbe detto a Bingham che non sarebbe stato ammesso a partecipare a tutti gli eventi legati al premio docente dell’anno, sostenendo che aveva accumulato troppe assenze scolastiche. Alla fine la Education Association Oregon ha trovato una clausola nel suo contratto che proteggeva il suo lavoro per cui gli è stato permesso di partecipare. La Jorgensen è stato rimossa dalla posizione di sovrintendente la scorsa settimana, ufficialmente non per questo motivo.

Bingham crede non comunque non sia cambiato nulla e che ci sono altri funzionari del distretto che lo vogliono vedere licenziato.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: queerblog.it

fonte: dailymail.co.uk

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews