Primo maggio. Cortei, lanci di uova e disoccupazione

primo maggio 2013 ansa.it

ansa.it

Roma – ‹‹Priorità lavoro››. Questo lo slogan che i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti oggi a Perugia, hanno scelto per la manifestazione nazionale del Primo maggio.

I tre sindacati confederali hanno scelto di celebrare la festa dei lavoratori nella città umbra fin dallo scorso marzo perché teatro – secondo le confederazioni –  di un ‹‹dramma del lavoro››: l’omicidio di due impiegate della Regione uccise da un imprenditore poi suicidatosi.

Per Cgil, Cisl e Uil occorre restituire centralità al lavoro. Centrale urgente anche in visione degli ultimi dati Istat sulla disoccupazione invariata rispetto allo scorso marzo: all’11,5%, ma in aumento di 1,1 punti percentuali nei dodici mesi.

Il numero di disoccupati è pari a 2 milioni 950 mila mentre diminuisce dello 0,5% rispetto a febbraio (-14 mila). Il calo interessa sia la componente maschile sia, in misura più lieve, quella femminile.

Dati neri, invece, per il tasso di disoccupazione giovanile tra i 15 e i 24 anni: in aumento al 38,4%, (+0,6 punti percentuali) rispetto al mese precedente e di 3,2 punti nel confronto tendenziale. Tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 635 mila, ovvero lo 10,5% della popolazione.

I tre leader, dopo il corteo per le vie del centro della città, concluderanno con dei comizi la giornata dal palco allestito in piazza IV novembre.

Nel frattempo il corteo – accompagnato dagli striscioni e dalle bandiere dei tre sindacati, rosse, verdi e blu – presenta lavoratori, disoccupati, esodati, inoccupati e anche alcuni rappresentanti degli artigiani con le magliette e le bandiere Cna Umbria, segno tangibile di come il momento storico non risparmi nessuno.

E non sono mancati episodi di tensione. Un gruppo di persone finora non identificate hanno lanciato uova cariche di vernice nera contro lo spezzone del Pd al corteo del 1° maggio a Torino. Il lancio si è verificato nella parte terminale del serpentone che ha camminato lungo via Po, dunque lontano dalla zona dove si trovava il sindaco Piero Fassino e altri esponenti politici. Le uova hanno colpito personale delle forze dell’ordine.

Chantal Cresta

Foto || ansa.it

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews