Primarie Pdl, Quagliariello: “Si faranno, correranno massimo in sei”

Roma – Le primarie del Pdl si faranno. Il problema della data è tecnico, non politico, a causa dell`anticipazione del voto al 10 marzo. «Un problema che ha dato il pretesto a tanti che, dall`interno e dall`esterno, non vogliono che si facciano, per strumentalizzarle». Lo ha detto Gaetano Quagliariello, vicecapogruppo vicario del Pdl al Senato, intervenendo ad Agorà, su Rai Tre.

«Berlusconi – ha aggiunto Quagliariello – ha espresso le sue perplessità sulle primarie in maniera pubblica all`interno di un ufficio di presidenza. Ha constatato che la maggioranza del suo partito la pensava diversamente e si è adeguato». Infine, sui competitor, Quagliariello ha azzardato: «posso fare una previsione? Il numero dei candidati si ridurrà al massimo a 5 o 6».

Pier Luigi Bersani afferma: «Noi facciamo 2 operazioni, non facciamo solo le primarie per il candidato premier, ma con l’occasione costruiamo l’albo dei progressisti, cioè una comunità raggiungibile, dei progressisti italiani che ci consenta anche nel futuro di poterli consultare».

Natalia Radicchio

Foto via www.gravinalife.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews