Prevenire e curare le lesioni da pressione con la giusta combinazione di prodotti

lesioni-da-pressione-prevenire-curare

Le lesioni da pressione sono lesioni della pelle, più o meno gravi e profonde, causate dalla permanenza a letto, o in posizione seduta, che si protrae a lungo.
La prevenzione è la chiave per limitare i danni correlati alle lesioni da pressione, che si possono verificare in chiunque sia fermo in posizione supina, in seguito a un intervento o ad altre problematiche.

Perché si formano le lesioni da pressione

Queste lesioni si formano a causa del peso del corpo del soggetto seduto o supino, che insiste sui vasi sanguigni di alcune aree del corpo, le quali premono contro il materasso o la sedia. Si crea infatti una pressione che impedisce la corretta circolazione sanguigna e linfatica.

Inizialmente si verifica un semplice arrossamento della pelle, che può aggravarsi con lo svilupparsi di vere e proprie lesioni in un arco di tempo abbastanza breve. Oltre alla pressione statica, l’attrito tra la pelle e il supporto, così come l’aumento della temperatura corporea o esterna e la presenza di elevata umidità, sono fattori che contribuiscono alla formazione di queste lesioni.

La prevenzione

Limitare il presentarsi di questi fattori, almeno di quelli esterni al soggetto, è fondamentale. A partire dall’igiene della cute, che deve essere mantenuta pulita e fresca.

Dopo ogni lavaggio la pelle va asciugata accuratamente e protetta dall’eventuale contatto con fluidi biologici. È opportuno evitare di mantenere la medesima posizione per molte ore al giorno e utilizzare sostegni per le gambe. Sono poi disponibili in commercio presidi medici che permettono di evitare tutte le problematiche correlate alla formazione di piaghe da decubito. 

La proposta di Molnlycke – Mepilex® Border Sacrum e Mepilex® Border Heel

L’azienda Molnlycke ha studiato una combinazione di prodotti e soluzioni per la prevenzione delle lesioni da pressione e per la loro cura. Propone infatti delle medicazioni, appositamente progettate per proteggere la ferita, realizzate in materiale biocompatibile, che non si attacca alla ferita umida ma si fissa delicatamente alla cute sana circostante.

Mepilex® Border Sacrum è un esempio di medicazione per piaghe da decubito sacrali; può essere usata anche in presenza di ferite essudanti, in quanto trattiene l’essudato, limitando la possibile macerazione dei tessuti. Bordi spessi e pratiche linguette di applicazione permettono di applicare più rapidamente e facilmente la medicazione. Si può utilizzare anche per la prevenzione delle lesioni.

Mepilex® Border Heel è un prodotto con struttura in schiuma assorbente a cinque strati, in grado di gestire l’essudato e l’ambiente della ferita. La medicazione in questione è specificatamente sagomata per adattarsi al tallone. Mepilex Border Heel viene utilizzato per il trattamento di molteplici ferite essudanti, come lesioni da pressione, ulcere del piede, ferite chirurgiche e ferite traumatiche.

Mölnlycke® Z-Flo® Posizionatore fluido per pazienti adulti

In un protocollo di prevenzione delle ulcere da pressione, il posizionamento e il riposizionamento del paziente sono fondamentali affinché la procedura risulti efficace. A tal proposito, i posizionatori fluidi Mölnlycke® Z-Flo® sono modellabili per adattarsi e supportare il corpo del paziente nella posizione che quest’ultimo desidera, in modo tale da assicurare un corretto allineamento fino al successivo riposizionamento, anche qualora i tempi dovessero essere molto lunghi. Il dispositivo in questione facilita la ridistribuzione della pressione su una maggiore superficie ed offre un supporto modellato sull’anatomia del paziente, senza appiattirsi o ritornare alla forma precedente. 

Buone pratiche SIAARTI di prevenzione delle lesioni da pressione nel posizionamento e nella mobilizzazione del paziente in terapia intensiva.

La Società Scientifica Italiana degli Anestesisti Rianimatori e Terapisti del Dolore pubblica periodicamente dei manuali riguardanti la corretta gestione dei pazienti. Si tratta di linee guida che spiegano come prevenire le complicanze legate al posizionamento del paziente in terapia intensiva (in particolar modo le lesioni da pressione). Il documento è stato pubblicato sul sito istituzionale di SIAARTI, che ne ha curato anche la redazione.

La prevenzione delle complicanze dev’essere condivisa a livello di equipe interdisciplinare e interprofessionale, in quanto il posizionamento e la mobilizzazione del paziente interessano tutti gli operatori coinvolti nel processo di cura.

Il percorso che ha predisposto alla stesura delle buone pratiche di prevenzione delle lesioni da pressione in terapia intensiva, condotto da un gruppo di lavoro, è risultato alquanto articolato ed ha portato all’applicazione di un approccio rigorosamente scientifico. Dopodiché, l’analisi svolta, è stata oggetto di un’attenta revisione da parte di due team di ricerca.

Nel documento di buone pratiche in questione è possibile notare tra gli altri anche alcuni riferimenti ai prodotti di Molnlycke:

Un posizionatore in materiale di tipo viscofluido ha garantito un mantenimento migliore della posizione di testa e collo e del decubito laterale. In un altro studio di confronto con una coorte storica, il posizionamento della testa di 127 pazienti in ECMO con il dispositivo Z-Flo ha ridotto in maniera significativa l’incidenza di lesioni occipitali. Nello studio in questione, il dispositivo veniva rimodellato ogni due ore dagli operatori, benché questa pratica non rientri nelle indicazioni del produttore.

Le linee guida AORN 2017 raccomandano l’utilizzo di medicazioni preventive sulle prominenze ossee o altre aree soggette a pressione, frizione, forze di taglio. Tali medicazioni preventive riducono in maniera significativa l’insorgenza di lesioni da pressione. I prodotti sperimentati in letteratura sono Mepilex® Border Sacrum, Mepilex® Border Heel. I siti maggiormente studiati sono il tallone ed il sacro.

 

Bibliografia

  1. Santamaria N, et al. A randomized controlled trial of the effectiveness of soft silicone foam multi-layer dressings in the prevention of sacral and heel pressure ulcers in trauma and critically ill patients: the border trial. Int Wound J 2013. http://dx.doi.org/10.1111/iwj.12101.
  2. Kalowes P, et al. Five-layered soft silicone foam dressing to prevent pressure ulcers in the intensive care unit. Am J Crit Care. 2016;25(6):e108-e119.
  3. Tayyib N, et al. Effectiveness of pressure ulcer prevention strategies for adult patients in intensive care units: a systematic review. Worldviews Evid Based Nurs 2016;13(6):432-444.
  4. Levy, A., Gefen, A. Assessment of the biomechanical effects of prophylactic sacral dressings on tissue loads: A computational modeling analysis. Ostomy Wound Management 2017;63(10):48-55.
  5. World Union of Wound Healing Societies (WUWHS). Consensus Document: Role of dressings in pressure ulcer prevention. London, UK: Wounds Int; 2016.
  6. Molnlycke Health Care. Design verification PUP16. Report no. 20170515-002. 15 May 2017. Data on file. Mepilex Border Sacrum
  7. Molnlycke Health Care. External test Lab report id SMTL 00/1278/01,00/1235/01, 21 September 2000. Data on file. Mepilex Border
  8. Woo K, Coutts P.M., Price P, Harding K, Sibbald R.G. A randomised crossover investigation of pain at dressing change comparing 2 foam dressings Advances in Skin and Wound Care 2009;22(7):304-310.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews