Poste in tilt, risarcimento per gli utenti danneggiati?

ROMA – Lo tsunami informatico che ha fatto collassare i sistemi di Poste Italiane dal primo giugno creando immensi disagi agli utenti,sembra essere passato.

Code e disagi alle Poste (ecodibergamo.it)

I disagi ieri non sono finiti, si registravano ancora code e ritardi e, dalla nota ufficiale rilasciata sul sito delle Poste, non si può dire che il problema che ha causato il tutto sia stato pienamente risolto.

Poste Italiane spiega in una nota pubblicata sul sito ufficiale che ieri negli uffici, il cui orario di apertura è stato prolungato, sono state eseguite circa “7 milioni di operazioni postali e finanziarie”, tra cui 250mila pensioni pagate e 1,7 milioni di bollettini di conto corrente.

E non si può dire che il problema che ha causato tutto sia stato pienamente risolto: “Prosegue intanto il lavoro dei tecnici di Ibm e HP per risolvere l’inconveniente al software Ibm”

Massimo Sarni, amministratore delegato di Poste in carica dal 2002, ha dichiarato sul blog del Sole24Ore: «Ora siamo al 70-80% della capacità dei nostri sportelli e stiamo lavorando sodo per risolvere al massimo entro due giorni».

Accenna anche ad un eventuale risarcire per i consumatori danneggiati: «Il danno arrecato ai consumatori è oggettivo e sicuramente i danni li chiederemo a Ibm anche se in queste ore stiamo veramente lavorando gomito a gomito con i loro tecnici venuti dagli Stati Uniti. Le dico solo che ho passato la notte a parlare con Erich Clementi, senior vice presidente per i servizi tecnologici».

Come già accaduto in altre occasioni, anche per il Black out informatico le Associazioni Consumatori – che hanno da tempo rapporti con l’azienda per la risoluzione dei contenziosi con gli utenti – si sono immediatamente attivate ed hanno ottenuto l’apertura di un tavolo di conciliazione per il risarcimento agli utenti vittime dei disagi.

Riportiamo di seguito i link ai moduli e le prime procedure messe a disposizione dalle Associazioni dei Consumatori: Adusbef, Adiconsum, Codacons, Federconsumatori

Gianpiero Padalino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews