Politico messicano cerca sosia su Fb: deve sostituirlo quando occupato

‘Cerco il mio doppio’: questo il curioso annuncio di un politico messicano che desidera un sosia che lo sostituisca agli eventi ufficiali

VERACRUZ – Se nel mondo del cinema è una pratica diffusa il ricorso alle controfigure di attori celebri che li sostituiscano durante le riprese di un film in particolari scene come, ad esempio, quelle eccessivamente pericolose, la richiesta di sosia nel mondo della politica è da considerarsi una rarità, non scevra di un tocco di bizzarria. Eppure, in Messico è partito un particolare concorso indetto dal politico Renato Tronco Gomez, deputato indipendente locale del distretto XXX di Veracruz.

POLITICO MESSICANO CERCA SOSIA - Con l’annuncio su Facebbok battezzato con ‘Cerco il mio doppio’, il politico messicano cerca sosia capaci di sostituire la sua immagine in convegni ed eventi pubblici ai quali, per i molti impegni a cui deve dedicarsi, non può presentarsi. Il politico è anche generoso: al sosia perfetto offrirebbe un premio di 2700 dollari.

LE CARATTERISTICHE DEL SOSIA IDEALE - L’allettante annuncio è però anche alquanto esigente. Il sosia prescelto dal politico per rimpiazzarlo durante gli eventi non solo necessita di somigliargli nella fisionomia ma deve anche vestirsi e parlare come lui, mostrando adeguate competenze nei confronti dei temi di cui dovrebbe discutere durante le apparizioni ufficiali. Per assurgere alla carica di sosia perfetto il politico messicano offre un periodo di formazione gratuita alla sua controfigura per mostrargli i movimenti e le espressioni da imitare durante i vari eventi.

LE FUNZIONI DEL SOSIA - Fino a oggi vi sarebbero già quattro candidati alla figura di sosia del politico super impegnato, anche se, sulla sua pagina ufficiale Facebook, non mancano commenti ironici sull’eccentricità della proposta. Il politico messicano ha comunque precisato alcuni limiti da non superare per il sosia prescelto. La controfigura non potrà mai sostituire il politico nelle sue attività familiari, come accudire i figli o amoreggiare con la moglie. In nessun caso il sosia può abitare nella casa del politico. Inoltre, al sosia è vietato partecipare alle votazioni ufficiali in quanto queste sono validate dalle impronte digitali e il politico, scherzosamente, ha affermato di non volersi amputare un dito per offrirlo alla propria controfigura.

Si tratta comunque di un politico anticonvenzionale: qui lo vediamo in camicia e cappello da cowboy con tanto di cavallo (dalla pagina ufficiale di Renato Gomez)

DALLO SCHERZO ALL’IDEA GENIALE - Non tutto il pubblico messicano ha preso sul serio il concorso del politico e crede che questa sia solo una stravagante tattica per aumentare la sua popolarità. Renato Gomez si difende dalle accuse, ritenendo che se i personaggi dello spettacolo possano avere un sosia, non vi è nulla di strano se un politico decide di farsi aiutare da una controfigura che lo sostituisca negli eventi di seconda importanza. Il politico ammette comunque che l’idea sia nata come un gioco ma che poi, pensandoci bene, ha realizzato che una controfigura avrebbe potuto permettergli di partecipare, almeno fisicamente, a tutte le manifestazioni desiderate che, altrimenti, avrebbe dovuto disdire per i troppi impegni.

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews