Pizza: una passione millenaria

pizza margherita - quivienna.com

La pizza, il marchio dell’Italia nel mondo (quivienna.com)

Intera, a spicchi, quadrata o tonda, sottile o con la doppia pasta, sempre di pizza si tratta. Uno dei piatti più conosciuti al mondo, classico collegamento al Belpaese dove la cucina fa da padrona. La sua origine sembra risalire addirittura al 997 d.C., anno in cui per la prima volta si ha traccia del suo nome.

Nata come pane dei poveri, quella della pizza non venne nei primi secoli considerata una vera ricetta. L’impasto veniva infatti utilizzato dai fornai per controllare la temperatura dei forni, e veniva poi venduta per poco lungo le strade, condita con formaggio e pomodoro. Nel 1893 fu Alexandre Dumas Padre a raccogliere in un opuscolo i diversi modi per condire questa pasta diffusi in Europa. La più nota storia della Regina Margherita parrebbe risalire solo al 1889. Secondo quanto si racconta, il cuoco Raffaele Esposito creò pizza margherita in onore della Regina d’Italia Margherita di Savoia, ricreando nel piatto il tricolore con il bianco della mozzarella, il rosso del pomodoro e il verde del basilico. Purtroppo questa patriottica storia altro non è che una leggenda: si hanno infatti notizie di una pizza con i medesimi ingredienti ben prima della venuta dei Re Savoia, già nel 1866 e nel 1830. Più probabilmente quindi il nome di Margherita sarebbe da ricollegare alla disposizione della mozzarella sul disco condito con il pomodoro, che ricorda appunto la sagoma di questo fiore.

La storia d’Europa ha poi contribuito alla diffusione della pizza del continente. A portarla oltreoceano ci pensarono invece i nostri emigrati. Furono le città con una più vasta popolazione italiana al loro interno ad accoglierla per prima, è il caso di San Francisco, Chicago e New York. Qui gli italiani la vendevano lungo le strade, passeggiando con dei grandi mastelli in cui mettevano i pezzi di pizza, secondo il modo tradizionale in cui si vendeva a Napoli.

Pizza Brain - food.visitphilly.com

Il Pizza Brain di Philadelphia è il primo museo al mondo dedicato alla pizza (food.visitphilly.com)

Da allora la pizza ha conquistato il palato degli abitanti di tutto il mondo, diventando insieme agli spaghetti la pietanza che porta l’Italia alla mente di chi l’assapora. Sono innumerevoli le iniziative che le vengono dedicate e sono recentemente nati anche i primi musei. Il primo in assoluto si trova a Philadelphia, prende il nome di Pizza Brain ed è stato inaugurato lo scorso 7 settembre. Nella struttura si può trovare ogni sorta di oggetto, e non solo, che abbia anche un sottile collegamento alla nostra cara pizza. Ecco allora installazioni d’arte interattive, giochi in scatola, canzoni riprodotte e pezzi di film famosi in cui questo cibo fa la sua comparsa. E ancora poster, copertine di vecchi dischi in vinile che raffigurano tranci di pizza.

Innumerevoli anche gli eventi dedicati alla pizza, come le competizioni dedicate ai pizzaioli. La prossima in calendario è il Pizza Word Master e prenderà il via il 23 novembre ed è un nuovo concorso dedicato a veri maestri della pizza, alla sua prima edizione. Si è invece conclusa il 4 settembre la 12° edizione del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo, che si è svolto quest’anno nello stesso periodo del PizzaVillage Festival. A Napoli, patria della pizza e città ospitante i due eventi, è stato realizzato per l’occasione il primo Stadio della Pizza, che ha consentito a migliaia di visitatori di assistere a performance uniche ed irripetibili. Le categorie in gara? Tonda, teglia, pala, artistica e molte altre.

Le manifestazioni non sono però dedicate soltanto agli esperti del mestiere: c’è spazio infatti anche per appassionati e semplici curiosi. Tra queste la Pizza Expo di Salerno: l’edizione 2013 è stata addirittura prolungata di una settimana per dare a tutti  i golosi la possibilità di gustare le pizze cucinate dai migliori pizzaioli del mondo.

Dal Mediterraneo fino ad oltreoceano, la pizza prosegue le sua millenaria storia di successi. Un piccolo pezzo d’Italia, talvolta simile solo nel nome, che continua a conquistare i buongustai di tutto il mondo.

Chiara Zanchetta

@ZanchettaC

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews