Piazza Affari chiude ancora in ribasso: la Fiat da agosto ha perso il 40%

Milano - Giornata all’insegna delle vendite per Piazza Affari. Non è bastata l’apertura di Rehn agli Eurobond per  portare il sereno sui nostri listini. Dopo i pesanti ribassi di ieri,  i mercati affrontano un’altra giornata difficile. l’indice Stxe 600, che fotografa l’andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, ha ceduto l’1,57%, che equivale a 94 miliardi di euro di capitalizzazione bruciati in una sola seduta. La Borsa di Milano, con un calo del 2,12% dell’indice Ftse All share, manda in fumo da sola 7,3 miliardi.

Non ha avuto successo il timido tentativo di rimbalzo di Piazza Affari che negli ultima ora e mezza ci aveva provato a tornare sulla parità. Si era arrivati fino ad un – 0,5 % che lasciava ben sperare. La chiusura di fatto è stata ancora profondamente negativa, con gli investitori in piena crisi di sfiducia in Europa nonostante l’apertura di Olli Rehn agli Eurobond.

Il Commissario agli Affari Economici e Monetari dell’Unione ha affermato che la Commissione potrebbe prensentare uno studio sulla fattibilità dell’emissione comune di Eurobond al Consiglio, ma è evidente che l’opposizione tedesca rimarrebbe forte e i mercati hanno risposto solo in minima parte a questa proposta.

A Piazza Affari qualche timido segno di risveglio dopo il “giovedì nero” si è anche visto, in particolare nel comparto finanziario ad esempio con Banca Popolare di Milano, Generali e Mediobanca che hanno chiuso in positivo. Ma il peso del passivo di UniCredit e Intesa San Paolo di fatto ha ampiamente vanificato questi sforzi.

Ancora male il titolo Fiat in tutte le sue componenti da Fiat Spa a Fiat Industrial, passando per Exor. Da inizio agosto in 14 sedute, Fiat Spa ha perso quasi il 40% del proprio valore di borsa, ed è una sfiducia sui mercati azionari che mai come oggi si è riflessa nella corsa al bene rifugio per eccellenza, vale a dire l’oro. Sbriciolati tutti i record storici. Siamo ad un soffio ormai dai 1900 dollari l’oncia.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews