Piazza Affari: ancora cali in zona Eu e cresce il timore per l’Italia

economia

ansa.it

Milano – Caduta libera per le Borse europee e soprattutto per Piazza Affari. Secondo l’Ansa, stamattina lo spread tra Btp e Bunt tedeschi ha raggiunto un nuovo record di differenziale: 375 punti base, mentre i decennali sono attualmente a soglie di 380. Ultimi dati ANSA:

Milano: apertura In calo FTSE MIB -1,20%,  a 17.514 punti e il Ftse All Share l’1,11% a 18.243 punti.

Francoforte: apertura in calo con l’indice Dax che cede lo -0,64% a 6.909,43 punti.

Londra: stabile a +0,02% con l’indice Ftse a -100 che segna +0,02% a 5.773,50 punti.

Parigi: in calo con l’indice Cac 40 che arretra -0,57% a 3.567,51 punti.

Milano, dunque, cede su tutte il 4% mentre l’Italia supera i 350 punti di differenziale e si avvicina a passi lunghi alla Spagnia. Si profila, dunque, all’orizzonte la possibilità che le Piazze siano attraversate da correnti di vendita speculativa di origine americana. Pare, dunque, che gli squali statunitensi usino l’Europa come parafulmine, in attesa di capire se l’accordo sul debito USA quasi approdato alla firma finale, calmerà i mercati.

D’altronde l’area Ue è la migliore per certi verifiche, in questo momento: i dubbi sulla Grecia, e i timori per la Spagna, testano la resistenza dell’Italia per mettere alla prova l’equilibrio delle istituzioni europee e capire fino a che punto esse sono disposte a sopportare prima di passare al contrattacco e schierare le armi anti-crisi.

Dunque, l’accordo raggiunto tra repubblicani e democratici non ha sortito gli effetti sperati e già si torna a parlare del taglio del rating americano da parte dell’agenzia Standard & Poor’s. Rumors insistenti che declasserebbero l’America da AAA a AA+, un’avvenimento mai accaduto prima. Così, mentre l’Europa trema, Milano crolla: -3,87% a 17.720,44 punti, il minimo dall’aprile 2009 dopo perdite superiori al 4% e sospensioni per eccesso di ribasso toccate da banche e assicurazioni: Banco Popolare, Monte Paschi, Ubi Banca e Intesa Sanpaolo sfiorano l’8% di calo, Fondiaria Sai arriva a -9,2%.

Così, mentre Angelo Drusiani, portfolio manager di Banca Albertini Syz, afferma che un ulteriore elemento desqualificante per l’Italia è determinato anche dalla ‹‹situazione politica confusa››,  la Banca centrale europea ha confermato di non aver effettuato, la scorsa settimana, acquisti di bond spagnoli o italiani. Il che tradotto, lascerebbe intendere che sia la stessa Ue a non fidarsi di se stessa.

D’altronde, come spiega il Wall Street Journal, Italia e Spagna potrebbero essere esonerate dal pagamento della prossima tranche di aiuti alla Grecia, il cui contagio di crisi potrebbe abbattersi sui titoli di Stato europei.

Chantal Cresta

Foto || ansa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews