Pavia: si attende risultato dell’autopsia sul corpo bruciato di donna

Nel pavese è giallo: ieri è stato ritrovato il corpo bruciato di una donna all'interno di un'auto. Si attende in queste ore il risultato dell'autopsia

imagePavia – È stato trovato ieri mattina il corpo bruciato di una donna all’interno di una Toyota Yaris bianca, nei pressi del cimitero di Montù Beccaria, un paesino di poco meno di duemila abitanti che si trova nella valle Versa, in provincia di Pavia.

OGGI L’AUTOPSIA – La donna, secondo il medico legale che ha effettuato i primi rilievi, dovrebbe avere intorno ai cinquant’anni e, secondo i carabinieri giunti sul posto, dovrebbe essere la proprietaria dell’auto sulla quale è stata trovata. Sul corpo, sempre secondo il medico legale, non ci sarebbero segni di violenza. Al momento non è ancora possibile stabilire perché la donna sia stata bruciata all’interno della vettura e solo con i risultati dell’autopsia, che verrà effettuata oggi, si potrà avere qualche certezza.

LA VICENDA – Gli abitanti di Montù Beccaria hanno raccontato di aver sentito alcuni boati molto forti; subito dopo, hanno visto innalzarsi del fumo denso e nero dalla zona del cimitero. Una volta dato l’allarme, sono arrivati i pompieri, i quali hanno spento l’incendio e fatto la terribile scoperta: all’interno dell’auto bruciata si trovava una donna, seduta al posto del guidatore.

image (1)Dalle indagini svolte nella giornata di ieri dai carabinieri, che attraverso tre numeri di targa visibili sono risaliti alle informazioni sulla donna, si è saputo che la cinquantenne fosse residente a Vellezzo Bellini, un altro comune che si trova in provincia di Pavia ma che però è confinante con la provincia di Milano, quindi non troppo vicino al paese dove la donna si trovava.

LE IPOTESI - Le prime ipotesi suggerirebbero che la donna sia stata vittima di un omicidio, ma non si esclude neanche la pista della “situazione casuale”, trattandosi di una zona di campagna, dove è facile far divampare un incendio né l’ipotesi di suicidio. Le indagini sono condotte  dal magistrato Ethel Ancona della Procura di Pavia, insieme con i carabinieri del comparto agli ordini del capitano Vincenzo Scabotti, oltre che dalla collaborazione con il reparto operativo di Pavia diretto dal maggiore Stefano Nencioni.

In particolare, i carabinieri hanno ipotizzato che, se si dovesse trattare di omicidio, la donna potrebbe essere stata prima colpita e stordita e poi bruciata all’interno dell’automobile, in modo da essere irriconoscibile e per dare maggiore tempo di fuga a chiunque abbia potuto commettere una simile azione. Adesso, si aspettano i risultati dell’autopsia.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Fonte foto: www.laprovinciapavese.geolocal.it

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews