Pasquina, Renata Polverini e lo scandalo fondi Pdl

Renata Polverini scandalo fondi Pdl Fiorito

Renata Polverini scandalo fondi Pdl Fiorito

Roma – «Chiedo scusa a tutti, ai cittadini del Lazio, a tutta la politica onesta, alle istituzioni, alle altre regioni, alle famiglie che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese, agli operai della Fiat, ai media e alla mia famiglia». Queste le parole di Renata Polverini che oggi, in una seduta straordinaria del consiglio regionale voluta a seguito dello scandalo fondi Pdl, ha minacciato di andarsene…ma non si è dimessa (chi l’avrebbe mai detto!!??).

La presidente ha tuttavia dimostrato senso di responsabilità “accolandosi” come guida della Regione colpe e responsabilità non sue («Non tutti abbiamo sbagliato allo stesso modo. Ma siamo disponibili a dare l’esempio») e nello specifico ha detto che «la Regione si costituirà parte civile».

«Se non c’è alternativa ce ne andiamo tutti a casa». Decisa quindi la presa di posizione della Polverini che ha paragonato lo scandalo-catastrofe addirittura all’alluvione di Firenze: in quel caso piovvero acqua e fango su tesori come i manoscritti della Biblioteca Nazionale o il Crocefisso di Cimabue, qui sono piovuti soldi (dei cittadini!)  dritti dritti nelle tasche (e sui conti) dell’ex capogruppo Pdl della Regaione Lazio Franco Fiorito. Renata, come paragone forse non è proprio calzante.

Ma la presidente recupera alla grande ed ecco all’ordine del giorno del Consiglio regionale una serie di provvedimenti davvero “duri”: taglio delle commissioni consiliari, degli assessori, delle auto blu e addio alle somme per i gruppi consiliari. Ma sarà proprio vero? L’opposizone è scettica e polemica come riportato dal consigliere regionale capogruppo del Pd Esterino Montino: «Alla fine la Polverini resta, restano i vitalizi ai suoi sodali che in trent’anni ci costeranno quasi 20 milioni di euro e i suoi 14 assessori esterni che pesano sulle tasche dei cittadini per 5 milioni l’anno. Restano le indennità per tutte le cariche, i rimborsi chilometrici, le consulenze. Il taglio dei privilegi più insensati è stato bocciato. Peccato, si è persa una grande occasione per procedere a una risuzione vera dei costi della politica».

Ma Renata, avevi detto di essere disponibile a dare il buon esempio!

Pasquina

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Pasquina, Renata Polverini e lo scandalo fondi Pdl

  1. avatar
    Gesualdo Gustavo 20/09/2012 a 23:13

    Tutto uno schifo, indistintamente:
    mai più consenso per un sistema così malinquente e malintenzionato.

    Gustavo Gesualdo
    alias
    Il Cittadino X

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews