Parlava con gli amici: il convivente la massacra di botte

La donna è stata presa a calci e pugni

MILANO

–È stata massacrata a suon di calci e pugni dal convivente per essersi permessa di parlare con i suoi amici, infrangendo così il divieto che il suo uomo le aveva già imposto altre volte. La donna, 45 anni si trova oggi ricoverata all’ospedale con ferite alla testa e su tutto in corpo, mentre il suo convivente, un tunisino di 30 anni che da tempo l’aveva ridotta in schiavitù, è stato arrestato e si trova ora rinchiuso nel carcere di San Vittore.

 IN SCHIAVITÙ – Da due anni la vita della donna era diventata un inferno. Il convivente costantemente ubriaco e senza un lavoro fisso le aveva sequestrato la sim card. Non poteva parlare con uomini e proprio per questo motivo, aveva costretto la donna a licenziarsi. La donna inoltre doveva sopportare grida, botte e minacce dell’uomo.

I FATTI – È successo l’altra sera in un appartamento alla periferia di Legnano e si è trattato dell’epilogo di un rapporto vittima-carnefice che andava avanti ormai da due anni. Proprio due anni fa infatti, la donna italiana aveva deciso di convivere con Ramzi Kabani, un tunisino più giovane di lei di quindici anni, clandestino e con obbligo di firma al commissariato di polizia cittadino, per reati già imputatigli.

Nel pomeriggio la donna, passando davanti a un circolo poco distante da casa, ha riconosciuto degli amici seduti ad un tavolo e ha deciso di entrare. Il convivente poco dopo è passato davanti allo stesso bar e ha notato la donna chiacchierare con amici e amiche. La sua reazione c’è stata solo nel momento in cui la donna è rientrata a casa: dopo averla offesa e insultata è passato alle botte. L’ha colpita proprio dove lei poco tempo prima era stata operata per via di un incidente e dopo che la donna ha cercato di fuggire il tunisino l’ha inseguita e ha minacciato i vicini di non chiamare la polizia.

L’uomo non è stato ascoltato e la polizia è giunta in tempo per fermare l’aggressore e soccorrere la donna.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews