Parigi: il terrore corre sui binari

La capitale francese nel mirino del terrorismo?

di Laura Dabbene

Binari ferroviari

PARIGI – La paura viaggia ad alta velocità, non solo in senso metaforico.

L’allarme lanciato dall’antispionaggio sull’alto rischio e probabilità di attentati imminenti nella città di Parigi pare non essere solo uno spettro. A circa 50 chilometri a sud della capitale, nella zona in cui la linea TGV passa accanto alla stazione di Massy-Palaiseau, il personale ferroviario ha notato sui binari un pacco sospetto, che si è poi rivelato essere un detonatore, completo di filo. Dopo la scoperta, alle 11 circa di questa mattina, le zona è stata prontamente isolata dalle forze dell’ordine accorse sul posto. I pompieri hanno fissato un perimetro invalicabile che ha creato qualche rallentamento del traffico ferroviario, ma tutto si è reso necessario alla luce dello stato d’allerta antiterrorismo, salito da giovedì scorso al livello “rouge” (rosso), secondo in ordine di gravità nella scala detta Vigipirate, dal nome del piano di sicurezza creato nel 1978 da Valéry Giscard d’Estaing.

Proprio ieri il ministro dell’Interno, dell’Oltremare e delle Collettività territoriali, nonché primo uomo di fiducia di Sarkozy, Brice Hortefeux, evidenziava le sue preoccupazioni e sottolineava che la minaccia è reale.

Non è chiaro al momento se e come la presenza di questo ordigno sulla linea TGV abbia qualche legame con quanto diffuso nella giornata di ieri dalla tv Rtl: secondo le notizie i servizi segreti d’oltralpe sarebbero stati sulle tracce di una donna sul punto di compiere un attentato suicida e, guarda caso, i controlli più serrati si stavano focalizzando sulle principali linee di trasporto che collegano l’area parigina.

Foto via/www.igor.varnero.name; www.mediterraneonline.it/

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Parigi: il terrore corre sui binari

  1. avatar
    Laura Dabbene 22/09/2010 a 11:32

    Nel pomeriggio fonti della polizia, dopo le analisi dell’ordigno, hanno rivelato che si trattava di un manufatto artigianale, molto simile ad una bomba nelle fattezze, ma che non poteva essere a rischio di esplosione. Fondati quindi i sospetti che potesse essere un vero detonatore, stando agli artificieri, ma in definitiva un falso allarme. La Prefettura di Parigi ha fatto sapere che i falsi allarmi sono sempre frequentissimi e in questi giorni di “codice rosso” ancor più intensificati.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews