Obama giustifica l’azione militare in Libia ma dice:”Intervento limitato”

Barack Obama

Washington -  Mercoledì il comando della missione in Libia passerà alla Nato, gli Stati Uniti ridurranno quindi il loro contributo dopo aver assolto al loro dovere. E’ quanto precisa Barack Obama che, in un discorso alla nazione di quasi mezz’ora, ha voluto così placare una parte delle polemiche venute fuori dopo l’intervento militare in Libia, difendendo e spiegando il perché gli Stati Uniti siano stati tra i promotori  dell’attacco militare contro il regime di Gheddafi.

Il discorso del presidente, alla National Defense University di Washington, arriva alla vigilia della conferenza di Londra a cui parteciperanno i capi delle diplomazie di 35 Paesi per discutere una possibile exit strategy sul fronte libico e segue alcune critiche che lo accusavano di una mancata accurata consultazione con il Congresso e di poca chiarezza sulle motivazioni dello stesso intervento americano.

“Sapevamo che se aspettavamo un giorno in più, Bengazi sarebbe stata teatro di un massacro che si sarebbe diffuso per tutta la regione e avrebbe macchiato la coscienza del mondo. Non è nel nostro interesse far accadere una cosa del genere. Non potevo permettere che accadesse”, ha detto Obama.

Il presidente ha spiegato che gli Usa hanno sempre giocato un ruolo essenziale nel garantire la pace nel mondo, per questo motivo avevano la responsabilità di agire. Le Nazioni Unite sono dovute intervenire, insieme agli altri Paesi, per affrontare “una repressione brutale e una crisi umanitaria imminente” causata dallo stesso Gheddafi che Obama definisce “un tiranno”.

Si arriva così alla promessa: l’intervento degli Stati Uniti sarà limitato e mercoledì il timone passerà alla Nato. In questo modo, dice Obama, la missione sarà  meno onerosa economicamente.

Unico dubbio che il presidente non chiarisce: perché tanto interesse verso la Libia  e ancora nessun commento, per non dire azione,verso la Siria,  Bahrain o Yemen, terre segnate dal sangue della rivolta? Le risposte di certo non mancherebbero a questa domanda.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews