Nuovi insulti alla Kyenge: ‘qualcuno uccida quella pu… inutile’

kyenge

Cecile Kyenge (it.wikipedia.org)

Treviso – Ennesimo delirante attacco nei confronti del ministro Cecile Kyenge. Questa volta gli insulti provengono da Vittorio Milani, un ex esponente trevigiano del gruppo “Veneto Stato”: «La Kyenge dice che se vogliamo eliminare il burqa anche le suore si devono tagliare il velo. Siamo all’assurdo, qualcuno uccida questa p… idiota e inutile» ha scritto Milani sulla propria pagina Facebook. Il messaggio, come riportato da la Tribuna di Treviso, è stato scoperto da un consigliere comunale del Pd di Treviso, Antonella Tocchetto, a sua volta in passato già insultata dallo stesso Milani sempre su Facebook.

Tocchetto era infatti stata presa di mira da Milani per le sue posizioni di apertura verso la libertà di culto per i musulmani da lei espresse in un’intervista, dove citava espressamente l’art. 8 della Costituzione. Una posizione che Milani, spiega l’esponente del Pd, aveva interpretato come un “via libera” alle moschee a Treviso. La Tocchetto riferisce quindi di aver trovato sulla propria pagina facebook « un paio di messaggi inviati di Milani pieni di improperi e insulti anche a sfondo sessuale». In particolare la Tocchetto era stata definita «deficiente», «idiota», e accusata di «fare schifo come donna», e di «essere feccia».

Offese per le quali la donna, avvocato civilista, sta valutando gli estremi di una denuncia, dopo aver nel frattempo segnalato i messaggi ancora più violenti indirizzati dall’uomo nei confronti del ministro dell’integrazione Kyenge. Vittorio Milani era stato candidato (senza tuttavia essere eletto) per il gruppo autonomista ‘Veneto Stato’ alle elezioni comunali di Silea (Treviso), nel 2012.

I nuovi messaggi di minaccia contro il ministro Cecile Kyenge sono stati raccolti in un fascicolo dalla Digos della Questura di Treviso e consegnati alla Procura della Repubblica. Spetterà ora ai magistrati decidere gli eventuali provvedimenti nei confronti dell’uomo e le misure tecniche generalmente assunte in questi casi, ad iniziare dall’oscuramento della pagina Facebook.

Alberto Staiz

Foto homepage: tg24.sky.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews