Nucleare. La Corea del Nord testa la terza bomba. Sisma artificiale

test nucleare corea nord

agi.it

Pyongyang - La Corea del Nord ha sperimentato il terzo test nucleare sotterraneo. La conferma arriva dal regime di Pyongyang, affermando che il test e stato realizzo con ‹‹successo e in maniera sicura››. La dichiarazione ufficiale arriva dopo che i sismografi avevano rilevato un’anomala attività sismica nell’area del test nucleare.

Secondo le ricostruzioni, tre ore prima del test, alle 11.58 ora locale (03:58 ora italiana), le autorità americane hanno avvertito un terremoto di magnitudo 4,9 gradi sulla scala Richter al confine con la Cina, dove sorge la base di Punggye-ri, in cui sarebbe avvenuta la detonazione. Non è la prima volta che un test nucleare sotterraneo è causa di movimenti sismici. Accadde anche nel 2009 e allora, la Corea del Nord, scatenò un tremore di 4,52 gradi.

Russia e Giappone non hanno mancato di reagire alla conferma del test e il governo di Seul ha chiesto una riunione urgente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu in programma per oggi, al Palazzo di Vetro di New York alle 9 ora locale, (15.00 in Italia). La Corea del Sud è il paese che presiede il Consiglio di Sicurezza in questo momento e il ministro della Difesa a Seul ha informato che il nuovo test ha avuto una potenza tra 6 e i 7 chilotroni. Intanto, il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha condannato il test come ‹‹una chiara e grave violazione›› delle risoluzioni Onu.

Secondo quanto rivela l’agenzia ufficiale nordcoreana Kcna, la bomba nucleare utilizzata per il test sotterraneo era un dispositivo miniaturizzato: ‹‹Questo test nucleare è stato realizzato ad alto livello in modo sicuro e perfetto utilizzando un dispositivo nucleare miniaturizzato e leggero con maggiore forza esplosivo che nel passato, che non ha avuto alcun impatto negativo sul circostante ambiente ecologico››La Corea del Nord, dunque, tiene a precisare che – a differenza del test realizzati nel 2006 e nel 2009 – è riuscita a ridurre il peso e la grandezza dell’ordigno esplosivo. Un’indicazione che allarma i paesi limitrofi perché pone l’accento sul progresso compiuto dal regime coreano nel migliorare la qualità di missili equipaggiati con testate atomiche. Il regime di Kim Jong-un ha definito la sua azione ‹‹una misura pratica›› per far fronte alle ostilità degli Stati Uniti, paese ritenuto ‹‹nemico giurato››.

L’agenzia Agi, informa che il Giappone vuole inviare aerei militari per prelevare campioni di aria e accertare le radiazioni dopo il test nucleare condotto dalla Corea del Nord mentre il ministro della Difesa, Itsunori Onodera, ha convocato un meeting con alti ufficiali e ordinato alle forze aeree di prepararsi. I media locali avvertono che gli aerei partiranno da tre diversi basi giapponesi nelle prossime ore.
La Russia, invece, limita al momento l’attivismo alla pura condanna del gesto. Il ministro degli Esteri russo, all’agenzia Interfax: ‹‹Condanniamo questa iniziativa della Corea del Nord e, insieme al precedente lancio di un missile balistico per la messa in orbita di un satellite, la consideriamo una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza Onu››.

Chantal Cresta

Foto || agi.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews