Notte dei Musei 2010: la pioggia a Roma non ferma il popolo dell’arte

Nella Capitale oltre 200.000 visitatori per l’iniziativa di apertura in notturna di musei e istituzioni culturali

di Laura Dabbene

Ministero dei Beni Culturali: musei statali aperti per la Notte dei Musei

ROMA – La pioggia incessante e una temperatura non proprio consona alla primavera romana non hanno scoraggiato gli oltre 200.000 i visitatori della seconda edizione della Notte dei Musei: ottimo bilancio per i circa 170 eventi che hanno accompagnato, la sera del 15 maggio, l’apertura straordinaria e gratuita di oltre 80 spazi, tra musei statali e istituzioni private.

«Un aumento considerevole rispetto al già soddisfacente risultato della prima edizione 2009». Queste le parole di Gianni Alemanno, impegnato in un tour tra i Musei Capitolini e il Palazzo delle Esposizioni, passando per le Scuderie del Quirinale e Castel Sant’Angelo. Il Sindaco di Roma ha aggiunto: «Speriamo, visto il successo, di trasformare i visitatori occasionali che hanno affollato i musei questa notte in fruitori abituali di luoghi di cultura. Vogliamo trasmettere il piacere dell’incontro diretto con l’arte affinché musei e spazi culturali possano diventare anche punti di ritrovo. È un modo in più per unire il centro della città alle periferie».

In testa agli indici di gradimento del pubblico i Musei Capitolini (13.000 visitatori), seguiti a ruota dai Mercati di Traiano (9.000 visitatori), dal Museo dell’Ara Pacis (6.000 visitatori), dalla GNAM Galleria Nazionale Arte Moderna e da Castel Sant’Angelo (5.000 visitatori ognuno). Non meno fortunati gli eventi in programma presso i musei fuori dal circuito centrale: 5000 presenze alla Centrale Montemartini per il concerto jazz del “Gege’ Telesforo quintet”. Altrettanto significativo il caso del Polo Museale dell’Università Sapienza (15.000 visitatori): il pubblico ha avuto la possibilità di conoscere un patrimonio culturale insolito e diverso da quello strettamente artistico, avventurandosi tra le meraviglie della fisica, della chimica e della medicina.

Gianni Alemanno

Grande soddisfazione anche da parte dei promotori, nella persone dell’Assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione Umberto Croppi e del Presidente di Zètema Progetto Cultura Francesco Marcolini. «La partecipazione che romani e turisti hanno tributato a questa seconda edizione della Notte dei Musei – ha dichiarato Croppi – dimostra ancora una volta che la cultura rappresenta la migliore risposta alla crisi. Non è solo un calcolo economico seppure l’indotto per la città ha un rilievo evidente. La voglia di vivere e partecipare che questi eventi sprigionano è fonte di enormi risorse sul piano della riscossa sociale». Ha aggiunto Marcolini: «Siamo soddisfatti dell’ottimo riscontro di pubblico. Nonostante la pioggia e le attese, a volte lunghissime, per accedere agli eventi in programma le persone, di tutte le età, sia romani sia turisti, hanno partecipato con entusiasmo. Ancora una volta la città di Roma dimostra il desiderio di sperimentare la cultura in orari e con modalità inusuali».

Tutto lascia ben sperare per una riproposizione dell’iniziativa l’anno prossimo, scongiurando questa volta i disagi dovuti al maltempo. Arrivederci al 2011!


FOTO/ via www.beniculturali.it; www.adnkronos.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews