NFL Draft 2013, tra sorprese e conferme

eric-fisher-draft-2013

Eric Fisher, prima scelta del draft (sinfl.files.wordpress.com/)

Il draft 2013 della NFL, andato in scena al Radio City Music Hall di New York, è stato consegnato agli archivi con molte sorprese. 254 giovani giocatori universitari sono stati scelti dalle 32 squadre della NFL e hanno segnato il loro ingresso tra i pro.

Come previsto, i Kansas City Chiefs, reduci da una stagione alquanto deludente e detentori della prima scelta assoluta al draft, hanno preso l’offensive tackle dall’università del Central Michigan, Eric Fisher, che andrà a rinforzare una linea d’attacco decisamente sterile. Stessa storia per i Jacksonville Jaguars e i Philadelphia Eagles che scelgono con le “pick” n° 2 e 4 rispettivamente altri due Offensive Tackle molto quotati nelle proiezioni e con le stesse iniziali: rispettivamente Luke Joeckel e Lane Johnson dalle università di Texas A & M e Oklahoma.

Il titolo di “Mr. Irrelevant” (l’ultimo giocatore draftato) quest’anno è andato a Justice Cunningham, Tight End da South Carolina scelto con la pick 254 dagli Indianapolis Colts, per il secondo anno consecutivo proprietari dell’ultima scelta assoluta. Il primo Quarterback “draftato” è stato invece E.J. Manuel di Florida State dai Buffalo Bills con la pick numero 16.

Tre scelte che hanno fatto rumore nel mondo NFL sono state le numero 38, 39 e 40. La pick numero 38 è stata dei San Diego Chargers che hanno scelto il LB Manti Te’o, al centro di alcune polemiche all’inizio del 2013 dopo aver inventato (avete letto bene, inventato, ndr) che la sua fidanzata, malata di leucemia, era morta in un incidente d’auto. Una volta scoperta la sua bugia, la cosa ha fatto calare le sue quotazioni che lo vedevano come candidato tra le “top 10 picks”.

Geno Smith pick numero 39. Questa la vera notizia di questo draft. Il QB proveniente da West Virginia era infatti additato come il primo QB da draftare e previsto ai suddetti Bills. La franchigia di Buffalo ha però, “snobbato” Smith e scelto, come già detto, E.J. Manuel. Smith è stato scelto dai New York Jets, scelta accolta dal pubblico del Radio City Music Hall di New York con fischi e urla, non tanto verso Smith, tanto più per il “front office” dei Jets. Questa reazione del pubblico però, ha scatenato le lacrime del giovane QB. Staremo a vedere questa scelta come influirà quest’estate sul mercato dei QB, sancendo una possibile partenza di Sanchez e/o Tebow.

Ottimo colpo dei New Orleans Saints che prendono con la pick 15 la Safety Kenny Vaccaro, a rinforzare una secondaria ormai invecchiata. Stessa cosa vale per i campioni Ravens che con la pick 32 scelgono Matt Elam che probabilmente andrà a prendere il posto vuoto lasciato da Ed Reed che ha lasciato la East Coast per trapiantarsi a Houston con i Texans.

Geno Smith (blogs.houstonpress.com/)

Ma alla fine, quali squadre hanno saputo sfruttare bene questo draft e quali no?

Promossi:

I Pittsburgh Steelers, che hanno scelto con le pick 48 e 115 il RB Bell e il QB Jones. Pick importanti, vista la carenza di RB e la necessità di avere un giovane QB di riserva per la franchigia Pennsylvania giallo-nera.

I Cincinnati Bengals, sempre più in crescita, che hanno scelto il TE Eifert che va ad aggiungersi al già ottimo Gresham; il RB Giovani Bernard con la pick 37 che sarà un valido ricambio a Green-Ellis e il DE Margus Hunt che andrà a rimpolpare una defensive line che vede già protagonisti Carlos Dunlap, Geno Atkins e Michael Johnson.

I Philadelphia Eagles, che sulla carta hanno iniziato un ottimo lavoro di restaurazione dopo la scorsa stagione, scegliendo il già citato Lane Johnson, che con il rientrante Kelce e Herremans, Mathis e Peters ridarà forma alla offensive line colabrodo. Il TE Zach Ertz, che al fianco di Celek potrà aiutare molto il gioco di corse sviluppato dal nuovo coach Chip Kelly e il DT Logan, che sarà un’assicurazione in caso dell’investimento della franchigia sul veterano Sopoaga. In più al quarto “giro” del draft con la pick 97 è arrivato a Philly il promettente QB Matt Barkley, che lavorerà insieme al veterano Vick e ai giovani Foles e Dixon, nella speranza dei tifosi di una stagione migliore.

Bocciati:

I Dallas Cowboys hanno scelto al primo e secondo “giro” con le pick 31 e 47 il C Frederick e il TE Escobar; scelte “strane” poiché i Cowboys sono già coperti in questi ruoli, soprattutto considerando che Escobar è un TE da ricezione e non da blocco, e in questo ruolo c’è già il veterano Jason Witten.

Gli Oakland Raiders, bocciati non tanto per il draft, quanto per la scelta del primo “giro”, il CB D.J. Hayden con la pick 12 e secondo scelto in questo ruolo. Il CB proveniente dall’università di Houston è da poco rientrato da un infortunio gravissimo e quasi letale riguardante il suo cuore (emorragia vena cava inferiore). Nonostante ciò, è ancora un valido giocatore, ma non vale una scelta al primo “giro” e nemmeno il secondo miglior CB nel draft.

Ovviamente è ancora presto per parlare, manca ancora molto al kickoff della nuova stagione, e fino a settembre ci saranno la free agency (giocatori svincolati che si accasano in altre squadre), i trades (scambi tra squadre) e i cut (tagli) per arrivare ai 55 uomini del roster definitivo.

Come si comporteranno i nuovi Rookies? Lo scopriremo solo giocando.

Vito Della Rocca

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews