Nelle librerie ‘Al dì di Pentecoste’, il nuovo romanzo di Miljenko Jergović

Miljenko Jergović è senza dubbio una delle penne più autorevoli che il panorama letterario della ex-Jugoslavia possa offrire ai giorni nostri. Bosniaco di nascita ma croato di adozione, giornalista, sceneggiatore e opinionista, Jergović esordì ormai quasi venti anni fa con il fortunato Le Marlboro di Sarajevo, e ha proseguito successivamente la sua carriera di scrittore con costanza, impegno e dedizione.

Miljenko Jergović

Molte sue opere sono state tradotte in italiano, l’ultima delle quali, in ordine di tempo, è il corposo romanzo Al dì di Pentecoste, uscito originariamente nel 2008 e pubblicato poche settimane fa in Italia dalla casa editrice Zandonai. Il romanzo, ottimamente tradotto da Ljiljana Avirović, curatrice di tutte le traduzioni italiane dello scrittore bosniaco, si presenta inizialmente come un giallo a tutti gli effetti, costruito attorno all’assassinio di Srda Kapurova, una graziosa mendicante zingara appena adolescente, il cui corpo senza vita viene scoperto in un appartamento sfitto di un quartiere popolare di Zagabria. Della giovane non si conosce nemmeno la nazionalità, e la polizia brancola nel buio.

Al’interno dell’economia del romanzo questo fatto di cronaca nera si colloca come una semplice cornice, un finissimo collegamento tra i personaggi principali che popolano questo intricato romanzo: il primo capitolo ha come protagonista Lazar Hranilović, ex poliziotto e ora custode dell’obitorio, che veglia sul cadavere della giovane zingarella; il secondo narra la storia di Lovro Babić, l’ispettore della squadra omicidi che indaga sul delitto; la terza parte prende in esame la vita di Ile Mažar, un giovane delinquentello, il primo accusato del delitto; e così via, personaggio dopo personaggio, fino all’epilogo finale, nel quale viene fornita una possibile soluzione del giallo.

Il romanzo non si limita però a questo: all’interno di ogni capitolo si aprono parentesi, digressioni e nuove storie, tutte collegate tra di loro in un labirinto intricato il cui risultato finale è un dettagliato ritratto storico-politico e sociale della ex-Jugoslavia che parte dalle guerre mondiali, passando per la dittatura di Tito e poi attraverso le sanguinose guerre degli anni ’90, per terminare ai giorni nostri.

Il delitto costituisce un pretesto per narrare numerose storie di vita, di amore e morte; un motivo per soffermarsi su gioie e fallimenti di numerosi personaggi, la maggior parte dei quali esuli, proprio come lo scrittore bosniaco, trasferitosi a Zagabria dalla natia Sarajevo quasi venti anni fa.

Jergović possiede maestria eccezionale nel raccontare saltando da un piano temporale all’altro, districandosi tra una storia e l’altra, senza tuttavia perdere il filo della narrazione e facendo in modo che tutto coincida perfettamente, segno di un talento letterario fuori dal comune e di una pianificazione narrativa che rasenta la perfezione.

La copertina del libro

Altro motivo di lode è la capacità dello scrittore nato a Sarajevo di cambiare registro e linguaggio più volte a seconda delle situazioni e dei personaggi. Scene solenni, quasi epiche, altamente descrittive, si alternano a freddi affreschi di vita descritti con uno stile asciutto, gelido e distaccato. Personaggi che vivono di espedienti per sopravvivere interagiscono con chi invece ha avuto successo, in un alternarsi di momenti estremamente profondi con passaggi grotteschi e dissacratori.

Ognuno dei numerosi personaggi del romanzo rappresenta, con la sua storia, un pezzo dell’identità della ex-Jugoslavia: come pezzi di un grande puzzle, le vicende narrate costituiscono, una volta riunite, un grandioso affresco dei Balcani, una terra colma di contraddizioni, ma anche di fascino, di storia e di vita.

Miljenko Jergović, Al dì di Pentecoste, traduzione di Ljiljana Avirović. Rovereto, Zandonai, 2011, pp. 446, € 18.

Alberto Staiz

Foto homepage: complexehotelierle60.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews