NBA Playoff – I big three di Miami chiudono la serie: la finale più attesa può cominciare

Miami Heat – Boston Celtics 101-88 (Serie 4-3 MIA)

LeBron James, decisivo in gara 6 e 7 (fitnessfreak24.com)

LA PARTITA - Coach Rivers e i Boston Celtics con ogni probabilità ricorderanno questa come la serie dei rimpianti: dopo la vittoria in gara 5, infatti, l’occasione ghiotta nella meravigliosa cornice del Garden viene sprecata con un -19, mentre nella decisiva gara 7, è il quarto periodo a segnare sorpasso e definitivo crollo. Proprio quel quarto periodo da sempre punto debole di LeBron James, divenuto in questa stagione concreto ed efficace come mai lo si era visto: in assenza (o nella fase di rodaggio) di Chris Bosh, era necessario che l’ex Prescelto si sobbarcasse ancora maggiori carichi dal punto di vista realizzativo ed ecco arrivare i 45 punti di gara 6.

In gara 7 però Chris Bosh c’è e apre le danze nel secondo quarto con 7 punti consecutivi corredati dalla prima delle 3 triple della sua partita: Boston non cede il passo e firma con l’ottimo Brandon Bass il controparziale che riporta il margine di vantaggio oltre la doppia cifra. Rondo incanta la platea con le sue giocate ad alto coefficiente di spettacolarità e il timeout chiamato da coach Spoelstra serve solo per rallentare l’incedere dei caricatissimi Celtics, con LeBron che sfrutta un alley hoop di Wade per volare sopra il ferro.

Quando il gioco si fa duro, tocca ai duri cambiarsi d’abito e vestire i panni dei protagonisti: Garnett e Rondo da una parte, entrambi fermi a quota 6 (con 10 assist per il playmaker) dopo i primi 2 quarti, aumentano le marce e accelerano, ma dall’altra parte ci sono James e Wade. Battier incornicia la sua ottima prestazione con la tripla che apre il parziale, mentre un jumper di Dwyane Wade regala la tanto sospirata parità: i Celtics arrancano e James, solitamente maestro nelle infrazioni di passi non fischiate, si permette il lusso di diventare docente di piede perno, indisturbato al centro del pitturato. Sorpasso Miami, ma è ancora Rondo, con 7 punti in fila e una tripla frontale a chiudere il periodo sul 73-73: alla vigilia si era detto “se lo scarto è limitato, i Celtics hanno qualcosa in più”.

Invece la legge del quarto periodo promuove a pieni voti gli Heat: con un ciclonico LeBron che vola di nuovo sopra le teste degli spettatori, dando il via all’allungo decisivo. Bosh segna da 3 e mentre Rondo firma il 14° assist della sua partita da tripla doppia, LeBron spara da 9 metri abbondanti a fil di sirena: Boston è in ginocchio, mancano i punti e le giocate di Pierce e Allen e le ultime speranze sono cancellate da due magie con fallo di Dwyane Wade.

Per Miami è la tanto sospirata finale, la sfida tra James e Durant, l’occasione per due coach giovani di riempire subito la propria bacheca, velocità, atletismo, alta quota e tasso estremo di spettacolarità: Oklahoma City Thunder vs Miami Heat… benvenuti alle Finals 2012.

Andrea Samele

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews