NBA Finals gara 6: I Dallas Mavericks conquistano l’anello

Miami Heat – Dallas Mavericks 105-95 (Serie 4-2 DAL)

Dirk Nowitzki e Jason Kidd premiati a fine gara 6: i Mavs sono campioni NBA (gazzetta.it)

Alla fine ce l’hanno fatta: Dirk Nowitzki in primis, ma anche Jason Kidd, Jason Terry, DeShawn Stevenson e tutti gli altri. Levarsi di dosso l’etichetta di perdenti di lusso non è mai facile in uno sport dove ogni stagione vince uno solo e dove è spesso un minimo dettaglio a fare la differenza: dopo aver fatto l’intera corsa playoff in testa, Dallas si è trovata ad inseguire Miami, ha perso il fattore campo, l’ha riconquistato e l’ha riperso ancora. Ma alla fine, il titolo è nelle mani del vulcanico Cuban, del calcolatore Carlisle, perfetto nel dirigere l’orchestra dalla panchina, e di tutti i ragazzi che hanno reso magica una stagione iniziata come una delle tante negli ultimi anni per la franchigia texana.

Autorevolezza, presenza nei momenti decisivi, coinvolgimento anche dei giocatori usciti dalla panchina e soprattutto grande star power quando i palloni iniziano a pesare: questi gli ingredienti su cui Dallas ha basato il successo nella decisiva gara 6. Con Nowitzki a litigare con i ferri (9/27 al tiro), ci hanno pensato prima Kidd e Barea (9 il primo e 15 il secondo) e poi un sontuoso Jason Terry (11/16 per 27 punti) a scavare il gap mantenuto inalterato allo scadere del terzo periodo. Chalmers portato in quintetto base regala a Spoelstra ben 18 punti, mentre Wade non è incisivo e Bosh è troppo poco servito (solo 9 tiri comunque sufficienti per siglare 19 punti). Il +9 con cui si apre il quarto periodo viene subito messo alla prova dalla riscossa Miami: Wade e Haslem aprono un parziale di 5-0 immediatamente stoppato da Terry e Barea, mentre al giro di boa parte il consueto show di Dirk Nowitzki. Il tedesco segna 10 punti in rapida successione e a nulla valgono i disperati tentativi di un ottimo Chalmers e i 7 punti di un LeBron James meno evanescente del solito.

Dallas controlla sino al termine dell’incontro, con il margine sempre a ridosso della doppia cifra: primo titolo nella storia della franchigia e grandi esultanze per Mark Cuban e Dirk Nowitzki, autentico trascinatore in questa vittoriosa cavalcata playoff. «C’è voluto tanto per arrivare fino a qui. Sapere di essere nel miglior team del pianeta è qualcosa di indescrivibile» ha detto a fine match un emozionato Nowitzki.

Si chiude così una stagione ricca di spunti, cominciata con i Big Three Heat pronti a far man bassa e presto ricondotti alla cruda realtà, passata per i disastri di Lakers e Magic, per la sorpresa Memphis e per il crollo Thunder: in attesa di sapere quale sarà il destino della stagione futura, tra promesse di lockout e mille polemiche, Dallas è Campione NBA, in maniera limpida e meritata, dopo tanti anni di lunga attesa.

Andrea Samele

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews