NBA 2013-2014 preview: eastern conference

Lebron-james-miami-nba-2013-2014

LeBron James, stella di Miami (chicagonow.com)

La stagione NBA 2013-14 è ai nastri di partenza. Andiamo a scoprire quali sono le potenzialità e gli obbiettivi delle 15 squadre della Eastern Conference.

LE FAVORITE - I due volte campioni in carica dei Miami Heat meritano senza ombra di dubbio i favori del pronostico. Non solo come squadra più forte dell’est, ma dell’intera Lega: hanno rinnovato il contratto a coach Spoelstra e si affidano ancora a LeBron James, il giocatore che più di tutti sposta gli equilibri con il suo talento, la sua ecletticità e la sua fisicità strabordante. Hanno lasciato andare Miller ma la squadra ormai ha un sistema perfezionato ed affidabile: favoriti.

Vincere tutto e vincerlo subito. Questo è invece il mantra che l’owner dei Brooklyn Nets, Mikhail Prokorov, ha consegnato al neo coach Jason Kidd. Con l’aggiunta di Kevin Garnett, Paul Pierce e Jason Terry alla già ottima base costituita da Joe Johnson, Brook Lopez e Deron Williams, alla Barclay Arena si sogna in grande, ma si sa che il progetto è a breve termine. Garnett, leader emotivo della squadra, ha gli ultimi 2 anni di carriera davanti ma è chiaro che il meglio lo darà in questa stagione e quindi siamo davanti al classico “all in”.

Gli Indiana Pacers sono la terza forza dell’est, forse la seconda. In ogni caso sono un’ottima squadra, con una precisa identità di gioco, forte sotto canestro ma anche pericolosa lontano dal pitturato e, con l’aggiunta di un veterano come Scola che capisce la pallacanestro come pochi, possono di nuovo insidiare Miami. Concretezza, duro lavoro e impegno massimo hanno portato i ragazzi di Vogel quasi in cima e chi scrive non ha dubbi che si possa replicare la grande annata dello scorso anno. E’ tornato Derrick Rose ed i tifosi dei Chicago Bulls sono quanto mai carichi e speranzosi per la stagione che viene. Chicago è allenata magnificamente da Thibodeau ed ha in Joaquim Noah il suo leader vocale e spirituale. Hanno perso Belinelli, ma se Rose torna quello della sua stagione da MVP allora i tori possono davvero sognare di arrivare lontano, forse non al titolo ma sicuramente in finale di conference.

Quando si gioca per i New York Knicks le aspettative sono sempre altissime, soprattutto dopo una stagione come quella passata, dove Carmelo Anthony e compagni hanno disputato un’ottima regular season, ma hanno subito lo sgambetto da Indiana in una tipica sfida dal sapore di anni ’90. Occhi puntati su Andrea Bargnani, che sarà chiamato a dimostrare chi è veramente in un ambiente oltremodo difficile e stimolante. Joe Dumars questa estate di certo non è stato con le mani in mano e per i Detroit Pistons ha posto in essere un mercato davvero interessante: non solo chiamando ad Auburn Hills il nostro Gigi Datome, ma anche e soprattutto aggiungendo al roster Brandon Jennings ed uno come Josh Smith, ala dalle enormi potenzialità atletiche e non solo, in attesa di fare il salto definitivo verso lo status di stella assoluto. E chissà che sia il clima freddo di Detroit ad aprire gli occhi all’ex giocatore degli Hawks.

I Cleveland Cavaliers possono puntare ai playoffs: dal draft è arrivata la prima scelta assoluta, Anthony Bennett, ala piccola/grande che ricorda Larry Johnson (ex Charlotte e New York, anni ‘90), ma è chiaro che il giocatore a cui si guarderà sarà Kyrie Irving. Dopo un ottimo primo anno, il ragazzo, divenuto idolo del web con le avventure di “Uncle Drew”, l’anno scorso ha fatto capire di che pasta è fatto: All Star per i prossimi 10/12 anni. I Cavs guardano anche con attenzione a Dion Waiters, guardia sophomore di grande interesse. Potrà sembrare strano, ma anche gli Washington Wizards hanno tutte le carte in regola per andare alla post season. Nella stagione appena passata hanno a lungo sofferto l’assenza di John Wall, ma quando la loro stella è ritornata i maghi hanno cambiato marcia ed ora con l’ex Kentucky pienamente ristabilito e con la terza scelta assoluta del draft Otto Porter jr insieme al sophomore Bradley Beal al suo fianco, sognare non è cosa da pazzi.

rajon-rondo-nba-2013-2014

Rajon Rondo (sportamericano.it)

Al seguito di queste otto franchigie, ci sono le altre che aspirano ad un posto per continuare a giocare da fine aprile in poi. Per molte di queste si prospetta una stagione piena di sconfitte e delusioni, già proiettata al draft 2014.

LE OUTSIDER - I Boston Celtics puntano sul ritrovato Rajon Rondo,  in questa stagione più che mai nelle vesti di “un uomo solo (molto solo) al comando” ed hanno sostanzialmente deciso di rifondare lasciando partire Kevin Garnett, Paul Pierce e Jason Terry, oltre al loro coach Doc Rivers. Si punta sul giovane allenatore Bradley Stevens. I Philadelphia 76ers hanno preso dal draft l’ottimo playmaker/guardia Michael Carter Williams ed hanno ceduto il loro playmaker Jrue Holiday per ottenere Nerlens Noel (che sarà abile ed arruolato solo con l’anno nuovo). Anche qui nuovo coach: ci si affida a Brett Brown. Se Evan Turner non inizia a brillare per davvero, sarà una stagione avara di soddisfazioni.

Gli Orlando Magic dopo l’anno zero della passata stagione, hanno deciso di ripartire con la seconda scelta assoluta del draft , quella di Victor Oladipo, guardia che molti paragonano ad un nuovo Dwayne Wade. Così hanno messo un primo interessantissimo mattone ma la strada è ancora lunga. Gli Atlanta Hawks sono un’altra squadra che ha deciso di ripartire da 0 con un punto fermo: Al Horford. Hanno lasciato partire Josh Smith inserendo Paul Millsap da Utah e sperando che Louis Williams trovi più continuità di gioco.

I Milwaukee Bucks hanno visto partire Brandon Jennings e Monta Ellis, ma hanno acquisito Caron Butler e prolungato Larry Sanders. Sono una franchigia traballante: il mercato cittadino è piccolo e l’arena è vecchia e non più conforme agli standard NBA. Da ultimi gli Charlotte Bobcats ed i Toronto Raptors: poche speranze e tantissimi (troppi) dubbi su queste due franchigie, quanto mai appese ad un filo, chiamato draft 2014, che possa cambiare la storia

Edoardo Orlandi
@EdoardoO83

 


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews