Muntari, il raccattapalle del Chievo Verona e la maglia rifiutata – VIDEO

Il "rifiuto" del piccolo raccattapalle (linkiesta.it)

Chievo Verona-Milan 0-1. Le squadre si avviano negli spogliatoi dopo una partita tirata e faticosamente portata a casa dai rossoneri, grazie ad uno splendido gol di Sulley Muntari. Che sarà protagonista, suo malgrado, anche a fine partita.

Prima di avviarsi negli spogliatoi, infatti, il centrocampista ghanese si sfila la maglia e la regala ad un piccolo raccattapalle schierato a bordocampo ad attendere l’uscita dei giocatori. Il bambino sgrana gli occhi e, dopo un attimo di smarrimento, restituisce subito la divisa al giocatore, che però fa cenno di tenerla, forse anche indicando un altro raccattapalle.

Sul web la cattiva fama conquistata negli anni dagli ultras veronesi sembra subito avere la meglio: il piccolo clivense diventa immediatamente sia l’idolo dei tifosi politicamente scorretti che il bersaglio di buona parte del mondo di youtube, che lo accusa apertamente di razzismo.

Deve arrivare prima un commento su youtube e poi la spiegazione ufficiale del Chievo per tirare fuori dal polverone la piccola vittima inconsapevole: «Per fugare ogni dubbio ed evitare qualsiasi commento del tutto fuori luogo - scrive l’utente  - volevo precisare che sono il padre del raccattapalle che si chiama Nicolò ed è tifosissimo del Milan. Ha semplicemente rifiutato la maglia di Muntari perchè su disposizione del responsabile era vietato chiedere o prendere le maglie dei calciatori e nella sua ingenuità ha reagito cosi… La maglia l’ha portata a casa e la custodirà con orgoglio…. Muntari ha fatto un grande gesto e lo ringrazio di cuore».

La conferma arriva poche ore dopo dal Chievo: il comportamento del raccattapalle in questione è solo conseguenza delle indicazioni che la società ha fornito ai giovani calciatori all’inizio della stagione, ovvero di non chiedere o farsi rilasciare maglie sia dai calciatori gialloblu che da quelli della squadra avversaria, onde evitare di disturbare i calciatori già alle prese con la tensione post-gara e creare situazioni spiacevoli.

Tutto sommato, però, sarebbe bastato guardare meglio il video prima di sollevare il polverone. Il piccolo Nicolò (gesto che nessuno ha fatto notare, ndr) va incontro a Muntari col “cinque” alzato, per congratularsi con il numero 14 del Milan. Quando riceve la maglia ha un attimo di smarrimento e la porge di nuovo al giocatore semplicemente dicendo “No, no”, senza anteporre nessun gesto di disgusto o dai contorni vagamente razzisti. Quando Muntari si allontana lasciandogli la maglietta, il piccolo Nicolò viene accerchiato dagli altri raccattapalle che gli fanno notare la fortuna del regalo ricevuto: il piccolo clivense appallottola la maglia e si prepara a portarla a casa.

Francesco Guarino

IL VIDEO DELL’USCITA DAL CAMPO DI MUNTARI E DEL REGALO “RIFIUTATO”

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews