Mugnano di Napoli, il medico si vendica sui pazienti dopo le elezioni: ‘Ora 50 euro a visita’

La vendetta di un medico di Mugnano di Napoli: i pazienti non lo aiutano nelle elezioni, lui revoca tutti i favori con un cartello affisso nello studio

mugnano-di-napoli-medico-dottor-chianese-elezioni-pazienti-50-euro

Il cartello che sarebbe stato affisso nello studio del dottor Chianese di Mugnano di Napoli all’indomani del risultato elettorale (Facebook: Daniele Morretta/MUGNANOFUTURA)

AGGIORNAMENTO 15 GIUGNO 2015: Secondo quanto riportato dal portate Terranostranews (testata apparentemente non giornalistica, ndr), si tratterebbe di un cartello non affisso dal dottor Chianese: “Mi sto recando dai carabinieri per sporgere denuncia contro ignoti – ha spiegato il dottor Chianese a Terranostranews – quell’avviso è stato affisso nel mio studio da qualche delinquente che ha approfittato, mercoledì di scorso, del turno di riposo. E’ scritto in un italiano improbabile e non avrei avuto, del resto, alcun motivo per lamentarmi né per il risultato di Giovanni, che è risultato il primo dei non eletti del Pd, né per quello degli altri miei nipoti. Si vede che qualcuno ha voluto farmi uno scherzo di cattivo gusto”.

Alla faccia del voto libero. Sulla pagina Facebook MUGNANOFUTURA, relativa ad una lista civica candidata alla recenti elezioni comunali nel comune di Mugnano di Napoli, è apparsa un’inquietante foto, recante una comunicazione che sarebbe stata affissa nello studio medico del dottor Giuseppe Chianese. Il contenuto dell’avviso sul foglio non lascia trasparire ulteriori interpretazioni: Considerato che il trattamento avuto nei confronti del dottore Chianese in queste elezioni è stato altamente deludente, si avvisano i signori pazienti che le visite ad amici, parenti e conoscenti si pagano (50 euro). “Fatemi il piacere” NON è più consentito. Va altresì ricordato che non si fanno più eccezioni a nessuno per i certificati a pagamento. Firmato dott. Chianese (altamente incazzato)”.

IL MEDICO FURIOSO - Il cartello, secondo quanto riportato dall’utente Facebook che ha condiviso la foto, sarebbe tuttora affisso nello studio del dottor Chianese. Il medico, sempre secondo quanto riferito sulla pagina social e ripreso dalla testata InterNapoli.it, sarebbe lo zio del candidato alla Regione Giovanni Chianese (PD) e del candidato alle comunali Vincenzo Giordano (lista Unione per Mugnano – Upm), nonché “uno dei massimi esponenti di MUGNANOFUTURA”. Il risultato evidentemente non soddisfacente dei propri pupilli (Giovanni Chianese 1762 preferenze nella sola Mugnano di Napoli e 8527 nella circoscrizione di Napoli, non eletto al Consiglio Regionale; Vincenzo Giordano 138 preferenze personali, non eletto in consiglio comunale) ha portato il dottor Chianese ad una decisione choc, che sta facendo il giro della rete a Mugnano di Napoli, e non solo.

mugnano-di-napoli-medico-voto-di-scambio-dottor-chianese-municipio

Il municipio di Mugnano di Napoli (napolitoday.it)

IL MEDICO CHE “PORTA VOTI” - Quella di candidare medici di base, chirurghi o dottori molto conosciuti è una consuetudine particolarmente radicata al Sud, grazie al bacino d’utenza che gli stessi, per cause di forza maggiore, sono in grado di veicolare. Se si può provare a chiudere un occhio sulla campagna elettorale ambulatoriale, è difficile invece non indignarsi di fronte ad una vendetta del genere, che fa quasi pensare al voto di scambio: se io o il mio candidato otteniamo la poltrona, favori e visite gratis. In caso contrario, la vendetta affonda direttamente le mani nelle tasche dei pazienti. E chi se ne frega della salute o della deontologia.

BOTTA E RISPOSTA SU FACEBOOK: IL CARTELLO ESISTE - Una vendetta subdola che potrebbe avere risvolti legali ed anche professionale quella del dottor Chianese, se venisse confermata la presenza del cartello nello studio medico. Una conferma che, in realtà, è indirettamente già arrivata tra i commenti al post. Se a denunciare la foto è una simpatizzante del Movimento 5 Stelle, a rispondere ci pensa la pagina ufficiale MUGNANOFUTURA che stigmatizza l’avvenimento ma si riserva eventuali verifiche (“Siamo certi dell’integrità morale e professionale del Dr Chianese a cui va pertanto tutta la nostra solidarietà [...]Qualora si dimostrasse la veridicità della foto e l’autenticità dell’avviso comunque non faremmo sconti a nessuno condannando fermamente l’episodio), ma anche una candidata della lista MUGNANOFUTURA, la quale indirettamente conferma l’esistenza del cartello: “Pubblichi una foto oramai conosciuta agli addetti ai lavori e a tutti – scrive la candidata – un giorno prima delle votazioni!!! Mugnano futura e tutte le persone che ne fanno parte hanno già preso le distanze da quanto sopra scritto!!!”. Quindi il cartello sembra davvero esistere.

Ecco come il PD estorce i voti ai propri elettori!!Come lo chiamate voi? Voto di scambio?Io lo chiamo ricatto!!Questa…

Posted by Daniela Morretta on Venerdì 12 giugno 2015

“150 EURO OGNI 3 VOTI” - Qualcuno più in basso mette il carico da novanta: “Vogliamo dire che alcuni vostri candidati di centro destra danno 150 euro ad ogni 3 voti ricevuti? Vergognatevi”. Sì, c’è davvero da vergognarsi. Domani a Mugnano di Napoli andranno al ballottaggio Luigi Sarnataro (centrosinistra) e Aniello Piscopo (centrodestra). Se per scoprire il nuovo sindaco bisognerà attendere lo spoglio, di sicuro una sconfitta c’è già: la politica reale.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews