MotoGP, Sepang: orari tv e anteprima del GP della Malesia

Marquez Lorenzo MotoGP

Marquez davanti a Lorenzo ad Aragon (world.honda.com)

Sepang – Malesia, Australia e Giappone: è questa la sequenza di tre gare in tre settimane che, con molta probabilità, andrà a decidere le sorti del motomondiale 2013. Salvo errori e imprevisti, l’esito del campionato MotoGP sembra in realtà essere ormai già deciso. Con 6 vittorie (contro le 5 di Lorenzo) e soprattutto con un margine di 39 punti da gestire, il trionfatore della stagione sarà con grande probabilità Marc Marquez, cui basterebbero dei piazzamenti sul podio per assicurarsi il titolo. Lo spagnolo non è però tipo da calcoli e pare anzi abbastanza probabile che vorrà lottare per la vittoria anche a Sepang, presunta penalizzazione permettendo.

Se Marc ha comunque la possibilità di decidere se giocare d’attacco o minimizzare i rischi in vista dell’ultima di Valencia, non hanno molte scelte i connazionali Pedrosa e Lorenzo. Dopo lo zero incolpevole di Aragon, Dani rischia anzi di incassare il k.o. definitivo già domenica: laddove perdesse più di sedici lunghezze in classifica, il veterano del box Hrc sarebbe infatti già aritmeticamente escluso dalla contesa iridata. Del resto, anche Lorenzo deve necessariamente vincere se vuole davvero continuare a sperare di tenere davvero aperta – e non solo per la matematica – la partita.

Niente conti ma solo tanta voglia di risalire sul podio per Valentino Rossi, terzo ad Aragon ma non del tutto soddisfatto della sua prestazione. Mentre in qualifica iniziano in effetti a vedersi sensibili passi in avanti, i distacchi di gara del pesarese faticano ancora a portarsi sotto i dieci secondi. L’obiettivo del Dottore è però quello di avvicinarsi concretamente ai primi e contendere loro piazzamenti importanti, senza doversi più accontentare di approfittare di errori e sfortune dei tre terribili spagnoli.

Così nel 2012 – La pioggia torrenziale e la bandiera rossa segnarono lo scorso anno la vittoria di Dani Pedrosa, primo a precedere Jorge Lorenzo, alle prese con l’ennesimo secondo posto della seconda metà di stagione. Un pizzico di polemica contrassegnò tra l’altro la scelta del maiorchino di segnalare con il braccio alzato le condizioni in peggioramento della pista, proprio mentre Stoner – meno condizionato, in ottica campionato, dalla prospettiva di una caduta – iniziava a recuperare terreno sulla sua M1.

Marquez MotoGP

Marc Marquez (@marcmarquez93 via Twitter)

Statistiche e curiosità –  Quattro terzi posti: tanto basta – per così dire – a Marc Marquez per laurearsi campione del mondo nella sua stagione di debutto. Una missione non difficile da centrare per un pilota che, con la sola eccezione della caduta del Mugello, è sinora sempre andato a podio. Neppure l’ipotetica partenza dell’ultima casella in griglia potrebbe bastare a interrompere un cammino iridato tanto strepitoso. Lo scorso anno, a Valencia, Marquez partì infatti dal fondo in virtù di una penalizzazione, ma questo non bastò a impedirgli di festeggiare il titolo già conquistato con la vittoria. Certo, la categoria che ospitò l’impresa era diversa ma c’è da scommettere che il 93 proverebbe a ripetersi.

Moto2 e Moto3 – Classifica sempre più corta quella della entry-class che vede Salom, Rins e Viñales racchiusi in soli dodici punti: con Alex Marquez a fare da outsider nella lotta per il podio gara dopo gara, tutto può ancora succedere. Sono invece venti le lunghezze che separarono Pol Espargaro da Scott Redding in Moto2. Nella middle-class, gli equilibri delle singole gare appaiono però meno consolidati e, con diversi nomi e marchi pronti a rubarsi spazio sul podio, il pilota britannico deve fare parecchia attenzione perché potrebbe bastare una prestazione opaca per consentire al rivale di ricucire il gap.

Orari tv –  Complice il fuso orario, gli orari delle prove malesi strizzano l’occhio a nottambuli e mattinieri. Più incoraggianti quelli di qualifiche e gare, con la MotoGP ai nastri di partenza alle 10 di domenica mattina, ora italiana. In ogni caso, Italia Uno e Italia Due garantiranno la copertura mediatica integrale dell’evento.

Venerdì 11 ottobre 2013
• ore 2.55 – Moto3 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 3.55 – MotoGP – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 4.55 – Moto2 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 7.05 – Moto3 – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 8.05 – MotoGP – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 9.05 – Moto2 – Prove libere 2 (diretta Italia2)

Sabato 12 ottobre 2013
• ore 2.55 – Moto3 – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 3.55 – MotoGP – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 4.55 – Moto2 – Prove libere 3 (diretta Italia2)
• ore 6.30 – Moto3 – Qualifiche (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 7.30 – MotoGP —Prove libere 4 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 8.10 – MotoGP – Qualifiche 1 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 8.35 – MotoGP – Qualifiche 2 (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 9.05 – Moto2 – Qualifiche (diretta Italia1 e Italia2)

Domenica 13 ottobre 2013
• ore 4.35 – Moto3 — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 5.10 – Moto2 – Warm Up (diretta Italia2)
• ore 5.40 – MotoGP — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 6.45 – Moto3 – Gara (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 8.20 – Moto2 – Gara (diretta Italia1 e Italia2)
• ore 10.00 – MotoGP – Gara (diretta Italia1 e Italia2)

• ore 13.40 – MotoGP – Gara (replica Italia1)
• ore 19.00 – MotoGP – Gara (replica Italia2)

 Mara Guarino

Foto homepage via: world.honda.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews