MotoGP, Misano: orari e anteprima tv del GP di San Marino e della riviera di Rimini

Lorenzo Marquez MotoGP Silverstone

Il sorpasso di Lorenzo su Marquez a Silverstone (yamahamotogp.com)

Misano Adriatico – Chiuso con la fantastica battaglia di Silverstone il terzetto di gare consecutive avviato dal GP di Indianapolis, il motomondiale si appresta a tornare in pista dopo una meritata settimana di riposo. Teatro della prossima sfida sarà il Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, che per molti italiani – Valentino Rossi in testa – rappresenta, ancor più del Mugello, la vera gara di casa: voglia di fare bene quindi per il Dottore che, pur soddisfatto dall’andamento delle sue ultime corse, non vede l’ora di spezzare la recente spirale di quarti posti con un ritrovato piazzamento sul podio.

La concorrenza spagnola sarà però, come sempre, agguerritissima. Cliente scomodo per tutti a Misano è certamente Jorge Lorenzo, reduce da una vittoria che ha ridato forza al suo morale frustrato da cadute, interventi chirurgici e piazzamenti (come il terzo posto di Brno) non all’altezza delle sue aspettative. L’obiettivo dichiarato del maiorchino è provare a ripetersi, senza tuttavia coltivare troppe speranze iridate. Dall’alto dei suoi 233 punti, Marc Marquez resta infatti il favorito al mondiale. Il giovane talento si presenta in Italia dopo giorni d’intensa fisioterapia per recuperare dall’infortunio alla spalla ed è pronto a muovere battaglia: niente conti o tattiche attendiste per il campione in carica della Moto2, che punterà come di consueto al massimo del risultato.

Staccato di 30 lunghezze il team-mate Pedrosa che, dopo aver stressato le gomme con una gran rimonta, non è riuscito a piazzare le sue ruote davanti al compagno di squadra e ridurre il suo gap in classifica. Per Dani, Misano potrebbe essere l’ultima occasione di rivedere le gerarchie interne al box Hrc. Esami di riparazione anche per Cal Crutchlow che proprio davanti agli inglesi accorsi numerosi a tifarlo è incappato a Silverstone, tra una caduta e l’altra, in uno dei peggiori fine settimana della sua sin qui ottima stagione.

Così nel 2012 – Confusione in griglia, partenza dal fondo e rotta di collisione con Barbera per Dani Pedrosa: nel fine settimana nero del rivale, Jorge Lorenzo trovava una vittoria importantissima per il suo bis iridato in MotoGP e una compagnia piuttosto inedita sul podio. Terza piazza per Alvaro Bautista, secondo posto per Valentino Rossi che coglieva qui uno dei pochi momenti felici del suo sodalizio con Ducati.

Luis Salom Moto2

Luis Salom (eniracing.com)

Statistiche e curiosità – La Moto3 potrà contare nel fine settimana su due rinforzi tricolori: si uniranno infatti a Fenati, Antonelli e compagni anche Andrea Locatelli e Luca Marini, noto nell’ambiente non solo perché giovane e promettente leva del motociclismo italiano. Marini può infatti contare anche su una parentela eccellente, quella con Valentino Rossi. Ai fratelli Marquez ed Espargaró, si unirà quindi questa settimana la meno consueta coppia formata dai fratelli Rossi – Marini. Presenza importante per il movimento italiano anche quella di Franco Morbidelli: l’attuale leader dell’Europeo Superstock 600 prenderà a Misano il posto di Pradita.

Moto2 e Moto3 – Rivali per il titolo della Moto3 e futuri compagni di squadra nella middle-class: è questo lo strano destino del capoclassifica Luis Salom e dello sfidante Maverick Viñales, reclutati dal team Pons per rimpiazzare nelle prossime due stagioni i partenti  Espargaró e Rabat. E se Salom vuole arrivare da campione del mondo, Pol vorrebbe lasciare la sua squadra Moto2 da numero uno: la concorrenza di Scott Redding è però spietata e, soprattutto dopo il successo casalingo, il britannico si è conquistato un margine in classifica che inizia a lasciare pochi dubbi su chi dei due sbarcherà in MotoGP potendosi vantare dell’iride.

Così in tv – Ennesimo fine settimana di concomitanze e sovrapposizioni per i prototipi del motomondiale e le derivate di serie di Superbike e Supersport: Italia Uno e Italia Due sono comunque pronte a dispiegare tutte le loro forze per garantire la massima copertura mediatica di entrambi gli eventi. Di seguito, tutti gli appuntamenti tv con la MotoGP e le cilindrate minori di Moto2 e Moto3.

Venerdì 13 settembre 2013
• ore 8.55 – Moto3 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 9.55 – MotoGP – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 10.55 – Moto2 – Prove libere 1 (diretta Italia2)
• ore 13.05 – Moto3 – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 14.05 – MotoGP – Prove libere 2 (diretta Italia2)
• ore 15.05 – Moto2 – Prove libere 2 (diretta Italia2)

Sabato 14 settembre 2013
• ore 8.55 – Moto3 – Prove libere 3 (diretta Italia1)
• ore 9.55 – MotoGP – Prove libere 3 (diretta Italia1)
• ore 10.55 – Moto2 – Prove libere 3 (diretta Italia1)
• ore 12.30 – Moto3 – Qualifiche (diretta Italia1)
• ore 13.30 – MotoGP —Prove libere 4 (diretta Italia1)
• ore 14.10 – MotoGP – Qualifiche 1 (diretta Italia1)
• ore 14.35 – MotoGP – Qualifiche 2 (diretta Italia1)
• ore 15.05 – Moto2 – Qualifiche (diretta Italia1)

Domenica 15 settembre 2013
• ore 8.35 – Moto3 — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 9.00 – Moto2 – Warm Up (diretta Italia2)
• ore 9.30 – MotoGP — Warm Up (diretta Italia2)
• ore 11.00 – Moto3 – Gara (diretta Italia1)
• ore 12.10 – Moto2 – Gara (diretta Italia1)
• ore 13.40 – MotoGP – Gara (diretta Italia1)

Mara Guarino

Foto homepage via: yamahamotogp.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews