MotoGP, Indianapolis: Marquez imprendibile. Pedrosa e Lorenzo a podio

Marquez MotoGP

Marc Marquez (@marcmarquez93 via Twitter)

Indianapolis – Doveva essere la pista del dominio Honda e così è stato: Hrc ha la sua lepre imprendibile in Marc Marquez, che rispetta tutti i pronostici del caso, volando nel finale verso una vittoria in assoluta scioltezza così da consolidare ulteriormente la sua posizione di forza nel campionato. Ci provano a resistergli a lungo Lorenzo e Pedrosa ma quest’oggi non c’era assolutamente storia: nel finale, Lorenzo – al comando nei primi giri – è costretto a piegarsi anche all’attacco di Pedrosa. In ottica campionato, Jorge è quindi quello che esce peggio dalla trasferta di Indianapolis anche se, forse, su questa pista era quasi impossibile fare di più.

Quarto posto per Valentino Rossi. La storia della sua corsa è certo molto diversa da quella del compagno di squadra, come dimostra il distacco subito, ma la gara del Dottore è comunque da leggere come più che positiva, soprattutto alla luce delle difficoltà in qualifica: Rossi si è reso protagonista di una bellissima rimonta nel finale, quando ha piegato i contendenti al piazzamento, Crutchlow e Bautista.

LA GARA – Parte molto bene Jorge Lorenzo, che si lascia alle spalle la coppia Honda e un ottimo Smith. Operazione rimonta ancora da cominciare per Valentino Rossi che spera di poter mettere in pratica in gara i miglioramenti sul passo trovati nel warm-up.

Crutchlow ripristina i valori interni alla squadra e si porta in quarta piazza all’inseguimento del team Hrc, al momento capitanato da Dani Pedrosa. Nel frattempo, Lorenzo prova a dettare il passo ma, dopo quanto visto nelle prove, le Honda dovrebbero arrivare in breve tempo a rompergli le uova nel paniere. Ancora “fermo” in ottava posizione Rossi. Al momento, il Dottore è negli scarichi di Smith, scivolato fino alla settima posizione.

Il numero 99 continua a guidare il gruppo ma le Honda sono a stretto contatto. Anche Crutchlow non è lontano. Il più veloce in pista in questa fase è però Alvaro Bautista, attualmente quinto. La corsa ha insomma ancora tantissimo da dire e la leadership di Lorenzo pare sempre più vacillante. Il gruppo di testa va ricompattandosi. Anche Stefan Bradl ha un buon ritmo ma potrebbe essere dura ricucire.

Con 19 giri ancora da percorrere, Marquez e Bautista si rendono protagonisti di due importanti sorpassi: Marquez scavalca Pedrosa, mentre Bautista piega le resistenze di Crutchlow. Tocca quindi ora a Marc, finora dominatore indiscusso del fine settimana, sbrigare la pratica M1. E, in effetti, poco dopo il sorpasso Marc Marquez inanella l’ennesimo casco rosso. Pedrosa comunque non molla e chissà che non voglia restituire presto il favore al compagno di squadra. È un bel terzetto e Jorge Lorenzo è nella posizione decisamente più scomoda.

Dani Pedrosa MotoGP

Dani Pedrosa (world.honda.com)

A 15 giri dalla conclusione, il sorpasso di Marquez arriva puntuale. Qualche brivido poco dopo ma il comando della corsa è ora nelle mani del giovane talento Hrc. Se davvero le Honda hanno qualcosa di più, Pedrosa deve affrettarsi a sorpassare Lorenzo a sua volta, perché il rischio di fuga del compagno di squadra è concreto. Gara di coppia anche per Crutchlow e Bautista.

Lo scossone di Marquez in realtà non è immediato ma, dopo qualche tornata con Lorenzo negli scarichi, Marc sembra pronto a imprimere la svolta definitiva alla sua corsa. Qualche metro più indietro, si consuma la bagarre tra Crutchlow e Bautista. I metri di vantaggio del 93 aumentano vistosamente e forse presto Lorenzo si ritroverà a doversi più guardare le spalle da Pedrosa che a preparare recuperi sulla vetta. Tempi finalmente interessanti per Valentino Rossi, in recupero su Bradl. Valentino scavalca il tedesco e si porta in sesta piazza.

Lorenzo e Pedrosa hanno ormai mollato: questo Marquez è inavvicinabile. Jorge sembra poter gestire il margine su Dani ma mancano ancora 5 giri alla bandiera a scacchi. Le emozioni del finale paiono dunque poter arrivare tutte dal duello, presto a 3, tra Rossi, Crutchlow e Bautista. I tre sono pronti a muovere battaglia.

Finale incandescente anche per i contendenti al podio! Pedrosa si rifà sotto e punta Lorenzo, che dovrà difendersi per ben 3 giri dalla Honda. E, in effetti, la sverniciata di Dani sul dritto è inesorabile. Lorenzo non prova neppure a replicare e cede metri. Fuoco e fiamme invece alle loro spalle: il finale premia Rossi, quarto dopo un’ottima rimonta. Scintille anche tra le Ducati e ne approfitta Smith, ottavo.

La classifica ufficiale della MotoGP:

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 27 giri in 44’52.463
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 3.495
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 5.704
04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 19.895
05- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 19.955
06- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 20.061
07- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 24.842
08- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 40.690
09- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 40.701
10- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 40.823
11- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 59.668
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 06.650 (CRT)
13- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 1’09.462 (CRT)
14- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 1’15.207 (CRT)
15- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’20.159 (CRT)
16- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’25.897 (CRT)
17- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 1’29.616 (CRT)
18- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 1’36.388 (CRT)
19- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – a 1 giro (CRT)

Mara Guarino

Foto homepage via: eniracing.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews