Moto2 e Moto3, Losail: Espargaro e Salom portano la Spagna in trionfo in Qatar

 

Luis Salom Qatar Moto2 Moto3

Luis Salom vince la prima gara della stagione in Moto3 (motorcyclenews.com)

Doha, Qatar Spetta alle classi minori l’onore e onore di riaprire nuovamente i giochi del motomondiale, che si affida ancora una volta ai riflettori di Losail per riavviare i propri motori. Lo spettacolo a due ruote chiama e, come di consueto, Moto2 e Moto3 rispondono regalando agli spettatori due gare ad alto profilo sportivo. Se l’entry-class offre le emozioni della bagarre grazie a 5 piloti in lizza per l’ipotetica vittoria sino alla fine, nella middle-class il duello si profila all’orizzonte solo nel finale, quando Redding tenta il tutto per tutto per soffiare la vittoria a Pol Espargaro. Il colpaccio però non gli riesce ed Espargaro diventa quindi il secondo vincitore spagnolo di giornata dopo Luis Salom: il rischio concreto è che anche la MotoGP vada a nutrire il bottino iberico.

Moto3 – Inizia nel migliore dei modi la stagione del 2013 del motomondiale, che riapre i battenti con una gara della entry-class tirata e combattuta dall’inizio alla fine. Come da copione, va in scena un dominio KTM: ai veterani e favoritissimi Salom, Folger e Viñales, si aggiungono però anche i giovani ed esuberanti compagni di squadra Rins e Marquez, pronti a dare battaglia sino alla bandiera a scacchi. Sul traguardo è in realtà l’esperienza di Salom a prevalere: Luis non si sottrae al corpo a corpo quando serve ma sfodera nel finale un last lap perfetto, che lo mette al riparo da ogni attacco del connazionale Maverick Viñales, secondo. Ancora sofferente dopo la parziale amputazione della falange subita dopo i test di Jerez, il pilota del team Calvo porta dunque a casa un risultato utilissimo in attesa che arrivino tempi, e soprattutto condizioni fisiche, migliori. Chiude il podio tutto spagnolo Alex Rins, cui non è riuscita nel finale la beffa ai danni di Viñales: l’occhio inganna e la sua Moto3 sembra quasi essere effettivamente riuscita a superare quella del collega iberico ma il cronometro è impietoso e lo vuole terzo per soli sei millesimi.

Espargaro Qatar Moto2

Vittoria anche per Pol Espargaro (crash.net)

Onorevolissimo quarto posto per Alex Marquez: il fratello del più giovane Marc ha infiammato la corsa con la sua grinta, salvo poi doversi arrendere nelle battute conclusive della gara al team-mate. A bocca asciutta anche Jonas Folger, costantemente nel plotone di testa ma di fatto inchiodato alla quinta posizione: dopo aver provato il brivido di mettere le ruote sulla sabbia, il tedesco è infatti parso leggermente più in difficoltà rispetto agli spagnoli ed è mancato nel finale, quando ha osservato da vicino la bagarre per il podio senza però sferrare alcun attacco ai danni dei rivali. Qatar piuttosto deludente per i colori italiani che vedono il solo Romano Fenati, quindicesimo, andare in zona punti. Caduto ancor prima di entrare nel vivo della corsa Niccolò Antonelli, che ha lamentato nel ricostruire la dinamica della sua scivolata una manovra non troppo corretta da parte di Ajo.

Moto2 - Partenza scoppiettante per Nakagami, rivelatosi per l’intero fine settimana la vera spina del fianco del super-favorito Pol Espargaro, candidato ideale alla conquista del mondiale dopo la dipartita dalla categoria di Marc Marquez. Il giapponese comincia bene ma la fuga non gli riesce: non solo Espargaro, ma anche Scott Redding lo tallonano finendo con il seminarlo. La lotta per la vittoria sembra quindi a questo punto diventare affare di Spagna e Inghilterra. Il confronto si anima soprattutto nel finale, quando Redding osa però troppo nel suo tentativo di sorpasso, fino a rischiare il contatto. Nulla da fare quindi per lui: Espargaro è primo sul traguardo, mentre l’inglese è secondo e si toglie comunque la soddisfazione di aver messo i bastoni tra le ruote a quello che sembrava il trionfatore sin troppo scontato del GP del Qatar. Chiude invece in terza posizione Nakagami.

Sul fronte tricolore, da segnalare il brutto contatto subito da Mattia Pasini, scaraventato fuori pista dall’eccessiva foga di Di Meglio. Miglior risultato italiano quello di Simone Corsi, settimo dopo un’intensa lotta di gruppo nel finale.

Mara Guarino 

Foto homepage via: eniracing.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews