Morto il regista giapponese di “Lady Oscar” e “Remì”

Un'immagine da "Remì"

Roma – Osamu Dezaki, regista giapponese di fortunatissime produzioni come “Lady oscar” e “Remì” è morto a Tokio a 67 anni, a causa di complicazioni dovute a un tumore ai polmoni che lo affliggeva da parecchio tempo.

Il suo nome è una parte della storia degli anime giapponesi. Pur lavorando sempre su soggetti scritti da altri autori, Dezaki è riuscito a creare un suoi stile, fatto di inquadrature oblique e angolate dal basso, immagini di storie spesso caratterizzate da un certo nichilismo.

A lui si deve l’introduzione negli anime di soluzioni registiche innovative come lo split screen e l’uso di fermi immagine su disegni particolarmente curati, da lui stesso definiti “cartoline ricordo”. Dezaki è stato anche il primo regista a sperimentare l’animazione digitale generata da un computer in una scena panoramica nella serie “Golgo 13”.

Dezaki nacque a Tokyo il 18 novembre 1943, noto anche come Testu Dezaki e Makura Saki, ha disegnato tantissime serie animate giapponesi.

Tra le più famose le già citate “Lady Oscar” e “Remì”, e ancora “Astro Boy”, “Kimba il leone bianco”, “Monkey”, “Rocky Joe”, “Jenny la tennista”, “Il Tulipano Nero”, “Le più belle favole del mondo”, “Capitan Jet”, “L’Isola del tesoro”.

A cavallo fra gli Anni Ottanta e Novanta, si trasferì negli Usa, insegnando tecnica dell’animazione alla Fox, realizzando serie tv e pellicole.

Francesca Penza

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews