Monti a “Che tempo che fa”

Roma – Ieri sera il presidente del Consiglio Mario Monti ha risposto alle domande di Fabio Fazio nel corso della popolare trasmissione Che tempo che fa, toccando tutti i temi caldi di questo inverno carico di preoccupazioni per tutti gli italiani e per tutti i cittadini europei.

Il presidente si è pronunciato a proposito di un’eventuale riforma dell’articolo 18: «Il nostro atteggiamento mentale è che niente deve essere tabu tra forze mature e civili come sono i sindacati, le forze produttive e il governo» e anche circa la riforma del lavoro: «Faremo la riforma del lavoro senza dogmi e senza dividere i sindacati, ma avendo come obiettivo solo l’ammodernamento del settore per avere più lavoro i giovani, ma lavoro vero e non sussidiato dalla mano pubblica».

Il presidente ha dichiarato che non esclude una futura privatizzazione delle reti Rai, ma che la questione non è, al momento, prioritaria.

Non è mancato un riferimento alle grandi corporazioni che determinano non poco il nostro modo di vivere: «Credo che un certo disarmo multilaterale di tutte le corporazioni possa consentirci di dare più spazio alla concorrenza ed ai giovani. I grandi gruppi non sono stati esenti da sferzate per avere maggiore concorrenza, sia dal Paese che dall’Europa. Nel campo di energia e trasporti si è fatto parecchio, ma occorre più gioco del mercato a difesa dei consumatori».

Fazio non ha tralasciato la crisi dell’Euro e un riferimento alle parole di Christine Lagarde sul futuro della moneta. Monti ha mostrato un cauto ottimismo sulla situazione italiana e ha aggiunto: «L’euro non è in crisi va un po’ giù o su. Ma come moneta non è in crisi: ha mantenuto solidamente il potere d’acquisto rispetto ai beni che compriamo ed il rapporto di cambio con il dollaro. Il problema è che nella zona euro un certo numero di Paesi hanno avuto o hanno gravi squilibri nelle finanze pubbliche».

Sempre su una linea estremamente positiva il messaggio “riferito” al cancelliere tedesco Angela Merkel: «La Germania ha un’opinione pubblica preoccupata di pagare per comportamenti leggeri di altri Paesi. Io mostrerò ad Angela Merkel che l’Italia è ben lungi dal tenere comportamenti irresponsabili e anzi possiamo essere di esempio ad altri Paesi».

Il presidente Monti ha ribadito l’impegno profuso nel combattere l’evasione fiscale, mentre non considera priorità di un governo tecnico come quello che presiede la modifica della legge elettorale.

Francesca Penza

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews