Monica P: ‘Tutto brucia’, un album che racconta la vita

Monica P

La cover di ‘Tutto Brucia’

Esce oggi, Tutto brucia, il secondo album di Monica P, promettente cantautrice torinese. Le dieci tracce che compongono l’album vedono collaborazioni importanti, una su tutte quella con Hugo Race, cofondatore dei Bad Seeds insieme con Nick Cave. L’album, prodotto da Antonio Gramentieri e Franco Naddei, è stato registrato e missato al Cosabeat Studio da JD Foster (Calexico, Marc Ribot, Vinicio Capossela) e Franco Naddei.

UN VERO E PROPRIO RACCONTO - Tutto brucia è il racconto di una storia, anzi, di quel percorso che tutte le storie della nostra vita seguono. Gli eventi accadono, portando cambiamenti importanti alla nostra vita. Monica ci racconta, con estrema forza, cosa accade quando tutti gli incontri, tutti gli eventi, sono vissuti intensamente, fino a perdere, a volte, il senso della realtà. Ci racconta come vivere, come lasciarci scaldare o ferire dal fuoco della vita: «Le canzoni» spiega Monica «raccontano proprio questa voglia di stordirsi volutamente di emozioni intense, per tenersi vivi, lontani da quella routine e quel perbenismo che rischia di addormentarci, con la presa di coscienza che, tutto sommato, sappiamo bene cosa fare e che prima o poi bisognerà tornare lucidi».

IL FUOCO SI ACCENDE – Lucida, il brano che apre l’album, è un vero e proprio viaggio nella testa di Monica «e le curve corrono sulla strada vuota/ non riesco più a frenare/ non dovrò essere lucida/ quando dovrò guardare». I pensieri prendono il sopravvento sulla realtà, sfuggono al controllo. Io sono qui e Ridotta all’osso viaggiano nella stessa direzione. Se nel primo brano troviamo lo stordimento e il tentativo di frenare l’istinto, Io sono qui ci invita a lasciare che le cose accadano, che «i pensieri sporchi esistano» e a cercare di sopravvivere «dovrei soffrire/ forse disperarmi/ ma quel che voglio è solo salvarmi/ le cose scorrono davanti/ allo stesso ritmo mentre mi parli». Ma le passioni, le ossessioni non lasciano scampo e continuano a scavare, in Ridotta all’osso, per arrivare in fondo «questo giorno mi ha ridotto all’osso/ ho urlato forte lo puoi vedere/ i fili elettrici ormai son rotti/ e tutte le cose girano intorno».

Monica P
TUTTO BRUCIA -
Nuda nel buio è un duello d’amore, un thriller quasi, grazie ai suoni metallici e scuri. Mentre balli, è l’obiettivo raggiunto, la scalata finita, il momento di riposo «non mi accorgo della realtà/ e tutto intorno mi guarda/ questa casa adesso trema/ mentre tu balli/ mentre ti muovi». Siamo al centro dell’animo umano, al centro dell’emozione e Tutto brucia rendendoci vivi «qui fa ancora freddo e fa paura/ continuare a perdersi/non so tornare». Ora bisogna tornare, ma non è facile, Come un cane con Hugo Race (che per la prima volta canta in italiano) inizia a raccontare la fine, la storia si sta consumando, non c’è più forza per lottare e quindi ci si abbandona alla solitudine «riusciremo ad amare/ quello che fa male/ anestetizzare». Anche il video (che potete vedere in coda alla recensione) racconta questo passaggio delicato: Monica sogna o forse entra in una sorta d’ipnosi e dopo il dolore si risveglia felice e libera.

SIAMO LIBERI -
Dove sei, è un grido, una ricerca, quel malsano atteggiamento che ognuno di noi ha quando si aggrappa a qualsiasi cosa pur di non dichiarare la fine «analizzare tutto/ darsi una ragione/ programmare anche le cose facili per non sbagliare». In Mai più però i toni sono già più solari, arriva la consapevolezza della fine « io e te mai più/ mi sento già leggera […] e non c’è niente che ora non possa/ immaginare, fare, dire, essere». Con Lasciami entrare la porta si riapre, ecco subito un nuovo inizio, perché non possiamo sottrarci alla vita «lasciami entrare nel buio degli occhi/ lasciami entrare nel buio».

Voto: 8

Serena Prati 
@Se_Prati

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews